Proposte per le scuole

.
Ecco la ricchissima offerta del Festival per le scuole del territorio faentino, rivolta sia agli alunni -attraverso incontri e laboratori- sia agli insegnanti con innumerevoli momenti di formazione, tutti assolutamente gratuiti!
Per prenotare un laboratorio o iscriversi ad una delle formazioni scrivete una mail -entro il 10 marzo- a: milena.dalprato.f603@gmail.com
(Milena Dal Prato, referente del Festival per le scuole)


LABORATORI PER SCUOLE ELEMENTARI E INFANZIA

lunedì 4 aprile

casa-dei-conigliLa Casa dei Conigli
PICCOLI E CORTI
Alla scoperta del cinema d’animazione
La Casa dei Conigli è specializzata nella realizzazione di corti animati, nonché di vere e proprie serie-tv per bambini, alcune delle quali acquistate da Rai Cinema e andate in onda su Rai Tre e su Rai Yoyo.
In questo incontro gli alunni -e l’insegnante- verranno accompagnati alla scoperta della magia del cinema d’animazione, attraverso la proiezione di alcune produzioni, con illustrazione delle relative tecniche utilizzate e attraverso esempi pratici, collegando anche un piccolo set di ripresa al proiettore in modo che tutti possano assistere in diretta alla nascita di una piccola animazione.
Questo stimola i bambini a cimentarsi nell’animazione di oggetti, nell’invenzione di storie, in breve nell’utilizzo della propria fantasia e manualità.
Saranno mostrati lavori realizzati con tecniche differenti: stop motion, rotoscopia, pixillation, animazione di oggetti, collage animato.
durata: 2 ore
_______________________________________________

linda-maggioriLinda Maggiori
SALVIAMO IL MARE, lettura e laboratorio
L’autrice  presenterà il suo libro”Salviamo il Mare”(2015, Giaconi Editore), una raccolta di storie sul mare, con valenza didattica e scientifica, dedicato alla fauna marina, airischi per la biodiversità, e ai progetti per tutelarla. A seguito della lettura e della discussione in classe, l’autrice farà un laboratorio con materiale riciclato, per realizzare carte d’identità della fauna marina.
durata: 1 ora e 30 minuti
_______________________________________________

fondazione-marriFondazione Marri-S.Umiltà
FOTOGRAFIAMO-CI
Un laboratorio dove l’espressività e la creatività sono potenziate dall’uso della fotocamera.
I bambini si alternano nel ruolo di fotografo/soggetto, si rivedono negli scatti prodotti, rielaborano le fotografie stampate per creare un quadro d’autore.
Il laboratorio è condotto dall’insegnante/atelierista Emanuela Ancarani
Sede: Scuole S.Umiltà (Atelier e Aula Magna), Via Bondiolo 38 a Faenza.
Due incontri di 1,30 h l’uno in due giornate diverse, aperto alle prime 5 sezioni di Scuola dell’Infanzia statali e paritarie del Comune di Faenza che aderiranno alla proposta (età: 4 anni).
Possibilità per le scuole aderenti alla proposta di richiedere il trasporto.
L’adesione ai laboratori e il trasporto sono gratuiti.
Orario Laboratori: dalle  9,30 alle 11 e dalle 13,30 alle 15.
_______________________________________________

SOS-DonnaSOS DONNA
EDUCARE ALLE DIFFERENZE
Il progetto ha lo scopo di aprire una discussione con i bambini sulle differenze culturali di genere tra maschi e femmine, al fine di avviare, attraverso modalità interattive e ludiche, un percorso di riflessione che permetta di integrare in modo consapevole anche queste caratteristiche nella loro crescita.
Rivolto agli alunni delle classi quinte elementari.
Durata: 2 ore
_______________________________________________

motra-GutembergMostra guidata
JOHANNES GUTEMBERG, L’INVENTORE DELLA STAMPA A CARATTERI MOBILI

Verrà allestita una tipografia con torchio facsimile dell’originale (4x2mt), quindi sarà offerta ai bambini una spiegazione e una dimostrazione del suo funzionamento, con possibilità di fare prove pratiche di stampa. Saranno fornite informazioni su Gutemberg e su come la sua idea abbia contribuito alla divulgazione della letteratura, anche attraverso alcuni pannelli informativi e alla visione di un breve film documentario.
(orario d’apertura alle visite: 10-13)
_______________________________________________

mostra-einsteinCooperativa sociale Sacra Famiglia e Centro di Solidarietà
MOSTRA GIOCATA: “QUANDO EINSTEIN SCOPRI’ CHE IL SEGRETO E’ NEL CUORE”
Partendo dalla mostra a cura di Maria Serra (ed. Piccola Casa Editrice), un invito per i bambini ed i ragazzi dai 5 ai 14 anni a seguire le orme di quel genio di Einstein nell’avventura della conoscenza.
A 100 (e uno) anni dalla formulazione della teoria della relatività, attraverso parole, immagini e giochi, scopriamo insieme chi era il piccolo Albert.
Entriamo nella sua cameretta dove troveremo le tracce di come si è accesa in lui la passione per tutte le cose.
Sarà una grande esperienza per i più piccoli scienziati di domani.
A condurre i bimbi ed i ragazzi lungo il percorso della mostra saranno i ragazzi dei Doposcuola della Cooperativa e dei Circolini del Centro di Solidarietà.
La mostra è aperta su prenotazione ogni mattina dalle 8.00 alle 13.00 e il pomeriggio (senza prenotazione) dalle 18 alle 20.
_______________________________________________

martedì 5 aprile

Luca Bassanese

Luca Bassanese
incontro artistico-poetico (tra musica e poesia)
DA “IL PICCOLO PRINCIPE” A “LA PERSONA PIU’ CATTIVA AL MONDO”
Dopo aver recitato alcuni racconti, l’incontro si terrà sviluppando i seguenti argomenti in relazione con gli alunni:
– La poesia è vita, morte, gioia, dolore, passione, amore… noi siamo corpi poetici
– Come destrutturare la realtà tramite la poesia e riconsegnarla sotto forma di racconto, con la poesia possiamo illuminare la realtà
– Una poesia può divenire una canzone?
– Come costruire una canzone… la canzone è come una casa…sta a noi scegliere le dimensioni, il colore, l’arredamento…
– Il contenuto poetico (Cosa voglio dire? Ho qualcosa da dire? Ho qualcosa da raccontare?)
– Scriviamo assieme una canzone partendo da una storia… (Chi ci racconta una storia?)
durata: 2 ore – max 2 classi insieme
_______________________________________________

Cecilia-FabbriCecilia Fabbri
NON MI RIESCE, NON LO SO FARE
L’orso Vincenzo alla proposta della maestra di disegnare un tacchino risponde: “Non mi riesce, non lo so fare!”
Ma imparerà presto che le mani nascondono preziosi segreti!
Rivolto ai bambini di terza sezione infanzia e classi prime e seconde di scuola primaria.
durata: 1 ora e 30 minuti.
______________________________________________

Walter Klinkon

Walter Klinkon
L’ORA DI MAGIA
Incastrata tra l’ora di matematica e l’ora di geografia, oggi c’è anche l’ora di magia
Un ora speciale durante la quale i bambini scopriranno che si può essere maghi sempre.
Come ne film “The Prestige” il mago Walter spiegherà i tre atti della magia: promessa, svolta e prestigio.
Durata: 1 ora per classi prime, seconde e terze elementari.
______________________________________________

Sigrid LoosSigrid Loos
INSIEME SI PUO’
Il gioco cooperativo come strumento per un apprendimento sociale
Il mondo del gioco è l’ambiente naturale per lo sviluppo personale del bambino e per un apprendimento positivo.
I bambini, in questo regno magico, si sentono dei re: giocano più degli adulti e sono più influenzati dal gioco. Infatti esso rappresenta, per i bambini, da un lato un azione seria, dall’altro puro divertimento. Attraverso il gioco imparano come vivere in futuro nel mondo. Il gioco è un mezzo ideale per l’apprendimento sociale : è positivo perché è attivo, naturale e molto stimolante per la maggior parte dei bambini. Lo sport e il gioco coinvolgono le persone in un processo di azione e reazione nel sentire e nello sperimentare. Perciò può essere un mezzo fantastico per unire le persone. Però la competizione esaltata, l’aggressività fisica verso l’altro, l’imbroglio e la scorrettezza nel gioco, impediscono uno sviluppo sano dei bambini. Il concetto su cui si basano i giochi cooperativi è molto semplice: le persone giocano insieme e non contro gli altri, giocano per superare una sfida con sé stessi e non per vincere l’altro a tutti i costi. La struttura di questi giochi permette di sentirsi liberi e di vivere questa esperienza in modo divertente. I giochi sono strutturati in modo che tutti debbano collaborare per raggiungere una meta collettiva. Nello stesso tempo si impara in modo divertente a rapportarsi con maggior riguardo e ad accettarsi reciprocamente nel proprio modo di vivere.
Rivolto a bambini scuola infanzia e di classi prime, seconde e terze di scuola primaria (1 classe per volta).
In palestra o in una sala medio grande per potersi muovere con agio.
 durata: 1 ora
______________________________________________

fondazione-marriFondazione Marri-S.Umiltà
FOTOGRAFIAMO-CI
Un laboratorio dove l’espressività e la creatività sono potenziate dall’uso della fotocamera.
I bambini si alternano nel ruolo di fotografo/soggetto, si rivedono negli scatti prodotti, rielaborano le fotografie stampate per creare un quadro d’autore.
Il laboratorio è condotto dall’insegnante/atelierista Emanuela Ancarani
Sede: Scuole S.Umiltà (Atelier e Aula Magna), Via Bondiolo 38 a Faenza.
Due incontri di 1,30 h l’uno in due giornate diverse, aperto alle prime 5 sezioni di Scuola dell’Infanzia statali e paritarie del Comune di Faenza che aderiranno alla proposta (età: 4 anni).
Possibilità per le scuole aderenti alla proposta di richiedere il trasporto.
L’adesione ai laboratori e il trasporto sono gratuiti.
Orario Laboratori: dalle  9,30 alle 11 e dalle 13,30 alle 15.
______________________________________________

linda-maggioriLinda Maggiori
ANITA E NICO, DAL DELTA DEL PO ALLE FORESTE CASENTINESI, lettura e laboratorio
L’autrice presenterà il suo libro” Anita e Nico, dal Delta del Po alle Foreste Casentinesi”, un appassionante romanzo d’avventura per ragazzi, con valenza didattica e scientifica, dedicato ai parchi della Romagna, alla fauna, ai rischi per la biodiversità, e ai progetti per tutelarla. A seguito della lettura e della discussione in classe, l’autrice farà un laboratorio con materiale riciclato, per realizzare carte d’identità della fauna tipica dei nostri ambienti.
durata: 1 ora e 30 minuti per classi terze, quarte e quinte elementari.
_______________________________________________

motra-Gutemberg

Mostra guidata
JOHANNES GUTEMBERG, L’INVENTORE DELLA STAMPA A CARATTERI MOBILI

Verrà allestita una tipografia con torchio facsimile dell’originale (4x2mt), quindi sarà offerta ai bambini una spiegazione e una dimostrazione del suo funzionamento, con possibilità di fare prove pratiche di stampa. Saranno fornite informazioni su Gutemberg e su come la sua idea abbia contribuito alla divulgazione della letteratura, anche attraverso alcuni pannelli informativi e alla visione di un breve film documentario.
(orario d’apertura alle visite: 10-13)
_______________________________________________

mostra-einsteinCooperativa sociale Sacra Famiglia e Centro di Solidarietà
MOSTRA GIOCATA: “QUANDO EINSTEIN SCOPRI’ CHE IL SEGRETO E’ NEL CUORE”
Partendo dalla mostra a cura di Maria Serra (ed. Piccola Casa Editrice), un invito per i bambini ed i ragazzi dai 5 ai 14 anni a seguire le orme di quel genio di Einstein nell’avventura della conoscenza.
A 100 (e uno) anni dalla formulazione della teoria della relatività, attraverso parole, immagini e giochi, scopriamo insieme chi era il piccolo Albert.
Entriamo nella sua cameretta dove troveremo le tracce di come si è accesa in lui la passione per tutte le cose.
Sarà una grande esperienza per i più piccoli scienziati di domani.
A condurre i bimbi ed i ragazzi lungo il percorso della mostra saranno i ragazzi dei Doposcuola della Cooperativa e dei Circolini del Centro di Solidarietà.
La mostra è aperta su prenotazione ogni mattina dalle 8.00 alle 13.00 e il pomeriggio (senza prenotazione) dalle 18 alle 20.
_______________________________________________

mercoledì 6 aprile

Walter Klinkon

Walter Klinkon
L’ORA DI MAGIA
Incastrata tra l’ora di matematica e l’ora di geografia, oggi c’è anche l’ora di magia
Un ora specialedurante la quale i bambini scopriranno che si può essere maghi sempre.
Come ne film “The Prestige” il mago Walter spiegherà i tre atti della magia: promessa, svolta e prestigio.
Durata: 1 ora per classi prime, seconde e terze elementari.
_______________________________________________

Cecilia-FabbriCecilia Fabbri
NON MI RIESCE, NON LO SO FARE
L’orso Vincenzo alla proposta della maestra di disegnare un tacchino risponde: “Non mi riesce, non lo so fare!”
Ma imparerà presto che le mani nascondono preziosi segreti!
Rivolto ai bambini di terza sezione infanzia e classi prime e seconde di scuola primaria.
durata: 1 ora e 30 minuti.
_______________________________________________

Nicola SumanNicola Suman
PAROLE IN GIOCO
Attraverso momenti prevalentemente esperienziali di gioco, fornire la confidenza rispetto le principali tecniche di animazione, la scelta e l’organizzazione dei giochi e delle attività di laboratorio.
3 incontri da 2 ore ciascuno, possibilmente con lo stesso gruppo di bambini, di età dai 6 ai 10 anni.
Presso la Ludoteca di Faenza.
______________________________________________

Sigrid LoosSigrid Loos
INSIEME SI PUO’
Il gioco cooperativo come strumento per un apprendimento sociale
Il mondo del gioco è l’ambiente naturale per lo sviluppo personale del bambino e per un apprendimento positivo.
I bambini, in questo regno magico, si sentono dei re: giocano più degli adulti e sono più influenzati dal gioco. Infatti esso rappresenta, per i bambini, da un lato un azione seria, dall’altro puro divertimento. Attraverso il gioco imparano come vivere in futuro nel mondo. Il gioco è un mezzo ideale per l’apprendimento sociale : è positivo perché è attivo, naturale e molto stimolante per la maggior parte dei bambini. Lo sport e il gioco coinvolgono le persone in un processo di azione e reazione nel sentire e nello sperimentare. Perciò può essere un mezzo fantastico per unire le persone. Però la competizione esaltata, l’aggressività fisica verso l’altro, l’imbroglio e la scorrettezza nel gioco, impediscono uno sviluppo sano dei bambini. Il concetto su cui si basano i giochi cooperativi è molto semplice: le persone giocano insieme e non contro gli altri, giocano per superare una sfida con sé stessi e non per vincere l’altro a tutti i costi. La struttura di questi giochi permette di sentirsi liberi e di vivere questa esperienza in modo divertente. I giochi sono strutturati in modo che tutti debbano collaborare per raggiungere una meta collettiva. Nello stesso tempo si impara in modo divertente a rapportarsi con maggior riguardo e ad accettarsi reciprocamente nel proprio modo di vivere.
Rivolto a bambini scuola infanzia e di classi prime, seconde e terze di scuola primaria (1 classe per volta).
In palestra o in una sala medio grande per potersi muovere con agio.
 durata: 1 ora
_______________________________________________

Michele La Paglia

Michele La Paglia
I SUONI IN PIAZZA
Il laboratorio si propone la creazione di uno spettacolo da realizzare in un grande spazio  coinvolgendo più classi o tutto l’Istituto Comprensivo  con l’utilizzo di scatoloni che normalmente si considera senza valore. Durante lo spettacolo ci sarà l’esecuzione  e improvvisazione  di ritmi, azioni sceniche e ogni classe, costruirà il proprio spazio/muro.
durata: 1 ora e 30 minuti
_______________________________________________

Annamaria GiovanniniAnnamaria Giovannini
MA DOVE SARA’ IL TESORO DEL PIRATA MUSTAFA’?
Laboratorio di lettura animata
Accoglienza dei bambini attraverso canzoni suonate con la chitarra. Spettacolo di ombre cinesi colorate o animazione della storia. Piccolo laboratorio a tema. Grande gioco dell’oca di Mustafà.
Questo laboratorio è rivolto ai bambini dai 5 ai 10 anni.
Si tiene presso la Biblioteca ragazzi.
Orario: dalle 15 alle 17
_______________________________________________

Dino Mengucci

Dino Mengucci
L’ARTE DI INTRECCIARE… GIUNCHI COME RELAZIONI
Laboratorio all’aperto di intreccio
Laboratorio di sperimentazione di contenitori abitativi per la meditazione nella natura realizzati con l’antica tecnica della cesteria della vecchia tradizione contadina.
Partecipa anche la maestra d’arte Paola Mancini.
L’intreccio di giunchi e venchi diviene metafora per i bambini dell’arte di intrecciare rapporti umani.
Durata: 1 ora

_______________________________________________

Fondazione Marri-S.Umiltà
16° CONCORSO CANTO CORALE “CITTA’ DI FAENZA”
Da diversi anni la Fondazione Marri S.Umiltà, attiva nella città di Faenza, offre l’opportunità a cori di diverse scuole e di altre città di confrontarsi in un concorso che si svolge nell’arco di una sola mattinata. Il canto corale nella scuola ha un’altissima valenza formativa: educa all’ascolto reciproco, all’attenzione, al seguire un maestro. La passione per la musica e per il canto possono così essere punto di partenza per formare alla collaborazione, alla condivisione e alla solidarietà tanto che la buona riuscita dell’esecuzione di ognuno è la buona riuscita di tutti.
Aperto a cori delle Scuole Primarie e Secondarie di 1° grado statali e paritarie della Regione Emilia Romagna.  L’adesione al concorso è gratuita.
Per  info (bando, regolamento…): http://www.sumilta.it/IT/News/Canto_corale
Il Concorso si svolgerà presso la Chiesa Beata Vergine del Paradiso.
Orario: 9-13
_______________________________________________

motra-Gutemberg

Mostra guidata
JOHANNES GUTEMBERG, L’INVENTORE DELLA STAMPA A CARATTERI MOBILI

Verrà allestita una tipografia con torchio facsimile dell’originale (4x2mt), quindi sarà offerta ai bambini una spiegazione e una dimostrazione del suo funzionamento, con possibilità di fare prove pratiche di stampa. Saranno fornite informazioni su Gutemberg e su come la sua idea abbia contribuito alla divulgazione della letteratura, anche attraverso alcuni pannelli informativi e alla visione di un breve film documentario.
(orario d’apertura alle visite: 10-13)
_______________________________________________

fondazione-marriFondazione Marri-S.Umiltà
FOTOGRAFIAMO-CI
Un laboratorio dove l’espressività e la creatività sono potenziate dall’uso della fotocamera.
I bambini si alternano nel ruolo di fotografo/soggetto, si rivedono negli scatti prodotti, rielaborano le fotografie stampate per creare un quadro d’autore.
Il laboratorio è condotto dall’insegnante/atelierista Emanuela Ancarani
Sede: Scuole S.Umiltà (Atelier e Aula Magna), Via Bondiolo 38 a Faenza.
Due incontri di 1,30 h l’uno in due giornate diverse, aperto alle prime 5 sezioni di Scuola dell’Infanzia statali e paritarie del Comune di Faenza che aderiranno alla proposta (età: 4 anni).
Possibilità per le scuole aderenti alla proposta di richiedere il trasporto.
L’adesione ai laboratori e il trasporto sono gratuiti.
Orario Laboratori: dalle  9,30 alle 11 e dalle 13,30 alle 15.
_______________________________________________

mostra-einstein
Cooperativa sociale Sacra Famiglia e Centro di Solidarietà
MOSTRA GIOCATA: “QUANDO EINSTEIN SCOPRI’ CHE IL SEGRETO E’ NEL CUORE”
Partendo dalla mostra a cura di Maria Serra (ed. Piccola Casa Editrice), un invito per i bambini ed i ragazzi dai 5 ai 14 anni a seguire le orme di quel genio di Einstein nell’avventura della conoscenza.
A 100 (e uno) anni dalla formulazione della teoria della relatività, attraverso parole, immagini e giochi, scopriamo insieme chi era il piccolo Albert.
Entriamo nella sua cameretta dove troveremo le tracce di come si è accesa in lui la passione per tutte le cose.
Sarà una grande esperienza per i più piccoli scienziati di domani.
A condurre i bimbi ed i ragazzi lungo il percorso della mostra saranno i ragazzi dei Doposcuola della Cooperativa e dei Circolini del Centro di Solidarietà.
La mostra è aperta su prenotazione ogni mattina dalle 8.00 alle 13.00 e il pomeriggio (senza prenotazione) dalle 18 alle 20.
_______________________________

giovedì 7 aprile

Sigrid LoosSigrid Loos
INSIEME SI PUO’
Il gioco cooperativo come strumento per un apprendimento sociale
Il mondo del gioco è l’ambiente naturale per lo sviluppo personale del bambino e per un apprendimento positivo.
I bambini, in questo regno magico, si sentono dei re: giocano più degli adulti e sono più influenzati dal gioco. Infatti esso rappresenta, per i bambini, da un lato un azione seria, dall’altro puro divertimento. Attraverso il gioco imparano come vivere in futuro nel mondo. Il gioco è un mezzo ideale per l’apprendimento sociale : è positivo perché è attivo, naturale e molto stimolante per la maggior parte dei bambini. Lo sport e il gioco coinvolgono le persone in un processo di azione e reazione nel sentire e nello sperimentare. Perciò può essere un mezzo fantastico per unire le persone. Però la competizione esaltata, l’aggressività fisica verso l’altro, l’imbroglio e la scorrettezza nel gioco, impediscono uno sviluppo sano dei bambini. Il concetto su cui si basano i giochi cooperativi è molto semplice: le persone giocano insieme e non contro gli altri, giocano per superare una sfida con sé stessi e non per vincere l’altro a tutti i costi. La struttura di questi giochi permette di sentirsi liberi e di vivere questa esperienza in modo divertente. I giochi sono strutturati in modo che tutti debbano collaborare per raggiungere una meta collettiva. Nello stesso tempo si impara in modo divertente a rapportarsi con maggior riguardo e ad accettarsi reciprocamente nel proprio modo di vivere.
Rivolto a bambini scuola infanzia e di classi prime, seconde e terze di scuola primaria (1 classe per volta).
In palestra o in una sala medio grande per potersi muovere con agio.
 durata: 1 ora
_______________________________________________

Walter Klinkon

Walter Klinkon
L’ORA DI MAGIA
Incastrata tra l’ora di matematica e l’ora di geografia, oggi c’è anche l’ora di magia
Un ora specialedurante la quale i bambini scopriranno che si può essere maghi sempre.
Come ne film “The Prestige” il mago Walter spiegherà i tre atti della magia: promessa, svolta e prestigio.
Durata: 1 ora per classi prime, seconde e terze elementari.
_______________________________________________

Nicola SumanNicola Suman
PAROLE IN GIOCO
Attraverso momenti prevalentemente esperienziali di gioco, fornire la confidenza rispetto le principali tecniche di animazione, la scelta e l’organizzazione dei giochi e delle attività di laboratorio.
3 incontri da 2 ore ciascuno, possibilmente con lo stesso gruppo di bambini, di età dai 6 ai 10 anni.
Presso la Ludoteca di Faenza.
_______________________________________________

Cecilia-FabbriCecilia Fabbri
NON MI RIESCE, NON LO SO FARE
L’orso Vincenzo alla proposta della maestra di disegnare un tacchino risponde: “Non mi riesce, non lo so fare!”
Ma imparerà presto che le mani nascondono preziosi segreti!
Rivolto ai bambini di terza sezione infanzia e classi prime e seconde di scuola primaria.
durata: 1 ora e 30 minuti.
_______________________________________________

casa-dei-conigliLa Casa dei Conigli
PICCOLI E CORTI
Alla scoperta del cinema d’animazione
La Casa dei Conigli è specializzata nella realizzazione di corti animati, nonché di vere e proprie serie-tv per bambini, alcune delle quali acquistate da Rai Cinema e andate in onda su Rai Tre e su Rai Yoyo.
In questo incontro gli alunni -e l’insegnante- verranno accompagnati alla scoperta della magia del cinema d’animazione, attraverso la proiezione di alcune produzioni, con illustrazione delle relative tecniche utilizzate e attraverso esempi pratici, collegando anche un piccolo set di ripresa al proiettore in modo che tutti possano assistere in diretta alla nascita di una piccola animazione.
Questo stimola i bambini a cimentarsi nell’animazione di oggetti, nell’invenzione di storie, in breve nell’utilizzo della propria fantasia e manualità.
Saranno mostrati lavori realizzati con tecniche differenti: stop motion, rotoscopia, pixillation, animazione di oggetti, collage animato.
durata: 2 ore
_______________________________________________

Adama-ZoungranàAdama Zoungrana Caiolo
STORIE, GIOCHI E RITMI BURKINABE’
Adama Zoungrana, è co-autore del romanzo “Se entri nel cerchio sei libero – un’infanzia in Burkina Faso” (Rizzoli), nonché protagonista del film “Le due storie di Adama”, della regista Anna Maria Gallone, in cui ripercorre la sua infanzia, dalle dolorose miniere d’oro dell’Africa agli ulivi del Salento…
In questo icontro intessuto di ritmo, di storie e di giochi della terra d’origine, ci accompagna a scoprire l’importanza e la ricchezza delle narrazioni, delle fiabe, delle storie di vita.
I giochi di un’altra cultura confrontati con i nostri. La saggezza popolare e i proverbi. I ritmi e le danze. Il jambè fa da filo conduttore alle sue vivide e coinvolgenti narrazioni e ai giochi tipici dello stare insieme africano.
orario: 14,30-16,30
_______________________________________________

fondazione-marriFondazione Marri-S.Umiltà
FOTOGRAFIAMO-CI
Un laboratorio dove l’espressività e la creatività sono potenziate dall’uso della fotocamera.
I bambini si alternano nel ruolo di fotografo/soggetto, si rivedono negli scatti prodotti, rielaborano le fotografie stampate per creare un quadro d’autore.
Il laboratorio è condotto dall’insegnante/atelierista Emanuela Ancarani
Sede: Scuole S.Umiltà (Atelier e Aula Magna), Via Bondiolo 38 a Faenza.
Due incontri di 1,30 h l’uno in due giornate diverse, aperto alle prime 5 sezioni di Scuola dell’Infanzia statali e paritarie del Comune di Faenza che aderiranno alla proposta (età: 4 anni).
Possibilità per le scuole aderenti alla proposta di richiedere il trasporto.
L’adesione ai laboratori e il trasporto sono gratuiti.
Orario Laboratori: dalle  9,30 alle 11 e dalle 13,30 alle 15.
_______________________________________________

Fondazione MIC
LIBERA LA SFOGLIA CHE C’E’ IN TE
Laboratori sul tema dei sensi, della corporeità, della plasticità dell’argilla, e del suo prender forma e modificarsi, con finale a sorpresa.
Per scolaresche o gruppi organizzati (su prenotazione).
L’argilla per il laboratorio è a cura del MIC.
Si svolgerà presso l’aula del “laboratorio didattico giocare con la ceramica” della Fondazione MIC, con ingresso direttamente da via Campidori 2.
Orario: dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 16
_______________________________________________

motra-Gutemberg

Mostra guidata
JOHANNES GUTEMBERG, L’INVENTORE DELLA STAMPA A CARATTERI MOBILI

Verrà allestita una tipografia con torchio facsimile dell’originale (4x2mt), quindi sarà offerta ai bambini una spiegazione e una dimostrazione del suo funzionamento, con possibilità di fare prove pratiche di stampa. Saranno fornite informazioni su Gutemberg e su come la sua idea abbia contribuito alla divulgazione della letteratura, anche attraverso alcuni pannelli informativi e alla visione di un breve film documentario.
(orario d’apertura alle visite: 10-13)
_______________________________

mostra-einstein
Cooperativa sociale Sacra Famiglia e Centro di Solidarietà
MOSTRA GIOCATA: “QUANDO EINSTEIN SCOPRI’ CHE IL SEGRETO E’ NEL CUORE”
Partendo dalla mostra a cura di Maria Serra (ed. Piccola Casa Editrice), un invito per i bambini ed i ragazzi dai 5 ai 14 anni a seguire le orme di quel genio di Einstein nell’avventura della conoscenza.
A 100 (e uno) anni dalla formulazione della teoria della relatività, attraverso parole, immagini e giochi, scopriamo insieme chi era il piccolo Albert.
Entriamo nella sua cameretta dove troveremo le tracce di come si è accesa in lui la passione per tutte le cose.
Sarà una grande esperienza per i più piccoli scienziati di domani.
A condurre i bimbi ed i ragazzi lungo il percorso della mostra saranno i ragazzi dei Doposcuola della Cooperativa e dei Circolini del Centro di Solidarietà.
La mostra è aperta su prenotazione ogni mattina dalle 8.00 alle 13.00 e il pomeriggio (senza prenotazione) dalle 18 alle 20.
_______________________________

venerdì 8 aprile

Nicola SumanNicola Suman
PAROLE IN GIOCO
Attraverso momenti prevalentemente esperienziali di gioco, fornire la confidenza rispetto le principali tecniche di animazione, la scelta e l’organizzazione dei giochi e delle attività di laboratorio.
3 incontri da 2 ore ciascuno, possibilmente con lo stesso gruppo di bambini, di età dai 6 ai 10 anni.
Presso la Ludoteca di Faenza.
_______________________________________________

Walter Klinkon

Walter Klinkon
L’ORA DI MAGIA
Incastrata tra l’ora di matematica e l’ora di geografia, oggi c’è anche l’ora di magia
Un ora specialedurante la quale i bambini scopriranno che si può essere maghi sempre.
Come ne film “The Prestige” il mago Walter spiegherà i tre atti della magia: promessa, svolta e prestigio.
Durata: 1 ora per classi prime, seconde e terze elementari.
_______________________________________________

Andrea Bouchard

Andrea Bouchard
PRESENTAZIONE ANIMATA DEI LIBRI DI NARRATIVA

(“Acqua Dolce”, “Magica Amicizia” e “Il pianeta senza baci”)
Con canzoni alla chitarra e improvvisazioni teatrali dei bambini.
Durata: 1 ora e 30 minuti.
_______________________________________________

bobo maierottiBobo Maierotti
ARTEGIOCANDO
Laboratorio libero di giochi educativi nell’utilizzo della creatività
I bambini potranno cimentarsi con una settantina di giochi di ingegno inventati e costruiti dallo stesso Bobo.
Durata: turni di 1 ora, con classi singole, dalle 9 alle 12.
_______________________________________________

fuad azizFuad Aziz
INCONTRO ANIMATO CON L’AUTORE/ILLUSTRATORE
L’autore si racconta in maniera animata dando vita ad immagini e illustrazioni durante i racconti dei propri libri
L’incontro è rivolto alle classi terze, quarte e quinte di scuola Primaria (max 4 classi per volta).
Durata: 2 ore ogni turno
_______________________________________________

cristina-bellemoCristina Bellemo
IO E IL FALCO
Io e il falco è il titolo del mio libro, uscito per l’editore Rizzoli, racconta una storia appassionante di amicizia tra un bambino, che poi diventa adulto, e un animale (un falco), e di relazione straordinaria con la terra e l’ambiente naturale. Si tratta di una storia vera, sulla quale (e sulla storia di come è nato questo libro) ci sono davvero tanti aneddoti da condividere! E’ anche, una forte affermazione del valore dei sogni, e dei progetti per il proprio futuro: anche i più strampalati. Possono essere proiettati, nel corso dell’incontro, due booktrailer sul libro, con illustrazioni realizzate da illustratori venezuelani (il Venezuela è il Paese in cui ha vissuto fino a poco tempo fa il protagonista del libro con la sua famiglia). Si leggeranno insieme vari stralci dal libro. Ci si soffermerà anche sul De arte venandi cum avibus di Federico II, manuale medievale di falconeria, ampiamente citato nel libro, e si potranno toccare con mano alcuni attrezzi usati nella falconeria.
durata: 2 ore   (una classe per volta)
_______________________________________________

Cecilia-FabbriCecilia Fabbri
NON MI RIESCE, NON LO SO FARE
L’orso Vincenzo alla proposta della maestra di disegnare un tacchino risponde: “Non mi riesce, non lo so fare!”
Ma imparerà presto che le mani nascondono preziosi segreti!
Rivolto ai bambini di terza sezione infanzia e classi prime e seconde di scuola primaria.
durata: 1 ora e 30 minuti.
_______________________________________________

cappuccetto gialloLara Gobbi e Diego Pasqualin
CAPPUCCETTO GIALLO
Lara Gobbi è bibliotecaria e responsabile del coordinamento Nati Per Leggere Valsesia – Valsessera.
Diego Pasqualin è curatore artistico del progetto Nati Per Leggere | Libri d’artista.
Il laboratorio mette al centro la creatività del bambino, lo avvicina a vivere l’esperienza dell’arte contemporanea e vuole riprendere un importante concetto di Bruno Munari secondo il quale l’unico modo per produrre fantasia, creatività ed invenzione è quello di “creare relazioni” fra ciò che già conosciamo, in quanto non è possibile stabilire relazioni fra ciò che è sconosciuto.
Non a caso prende il nome proprio da uno dei Cappuccetti (Bianco, Verde, Blu e Giallo) di Bruno Munari.
Rivolto ai bambini di terza sezione infanzia e classi prima di scuola primaria.
durata: 1 ora e 30 minuti
_______________________________________________

Michele La PagliaMichele La Paglia
I SUONI IN PIAZZA
Il laboratorio si propone la creazione di uno spettacolo da realizzare in un grande spazio  coinvolgendo più classi o tutto l’Istituto Comprensivo  con l’utilizzo di scatoloni che normalmente si considera senza valore. Durante lo spettacolo ci sarà l’esecuzione  e improvvisazione  di ritmi, azioni sceniche e ogni classe, costruirà il proprio spazio/muro.
Due incontri (6  e  8 aprile) rivolti alle scuole elementari (max 2 classi).
durata: 1 ora e 30 minuti
_______________________________________________

fondazione-marriFondazione Marri-S.Umiltà
FOTOGRAFIAMO-CI
Un laboratorio dove l’espressività e la creatività sono potenziate dall’uso della fotocamera.
I bambini si alternano nel ruolo di fotografo/soggetto, si rivedono negli scatti prodotti, rielaborano le fotografie stampate per creare un quadro d’autore.
Il laboratorio è condotto dall’insegnante/atelierista Emanuela Ancarani
Sede: Scuole S.Umiltà (Atelier e Aula Magna), Via Bondiolo 38 a Faenza.
Due incontri di 1,30 h l’uno in due giornate diverse, aperto alle prime 5 sezioni di Scuola dell’Infanzia statali e paritarie del Comune di Faenza che aderiranno alla proposta (età: 4 anni).
Possibilità per le scuole aderenti alla proposta di richiedere il trasporto.
L’adesione ai laboratori e il trasporto sono gratuiti.
Orario Laboratori: dalle  9,30 alle 11 e dalle 13,30 alle 15.
_______________________________________________

ZEROCENTOCooperativa Sociale Zerocento
GLI ANIMALI NELL’ARTE

Breve visita guidata tra le opere della Pinacoteca e laboratorio a tema
In collaborazione con la PinacotecaComunale, a cura di Cristina Pirazzoli.
Aperto a 15 bimbi di 2 -3 anni (ultimo anno di nido, primo di materna), con iscrizioni presso il Nido 8 Marzo.
Orario: 16-18
_______________________________________________

motra-GutembergMostra guidata
JOHANNES GUTEMBERG, L’INVENTORE DELLA STAMPA A CARATTERI MOBILI

Verrà allestita una tipografia con torchio facsimile dell’originale (4x2mt), quindi sarà offerta ai bambini una spiegazione e una dimostrazione del suo funzionamento, con possibilità di fare prove pratiche di stampa. Saranno fornite informazioni su Gutemberg e su come la sua idea abbia contribuito alla divulgazione della letteratura, anche attraverso alcuni pannelli informativi e alla visione di un breve film documentario.
(orario d’apertura alle visite: 10-13)
_______________________________

mostra-einsteinCooperativa sociale Sacra Famiglia e Centro di Solidarietà
MOSTRA GIOCATA: “QUANDO EINSTEIN SCOPRI’ CHE IL SEGRETO E’ NEL CUORE”
Partendo dalla mostra a cura di Maria Serra (ed. Piccola Casa Editrice), un invito per i bambini ed i ragazzi dai 5 ai 14 anni a seguire le orme di quel genio di Einstein nell’avventura della conoscenza.
A 100 (e uno) anni dalla formulazione della teoria della relatività, attraverso parole, immagini e giochi, scopriamo insieme chi era il piccolo Albert.
Entriamo nella sua cameretta dove troveremo le tracce di come si è accesa in lui la passione per tutte le cose.
Sarà una grande esperienza per i più piccoli scienziati di domani.
A condurre i bimbi ed i ragazzi lungo il percorso della mostra saranno i ragazzi dei Doposcuola della Cooperativa e dei Circolini del Centro di Solidarietà.
La mostra è aperta su prenotazione ogni mattina dalle 8.00 alle 13.00 e il pomeriggio (senza prenotazione) dalle 18 alle 20.

_______________________________________________

sabato 9 aprile

Fuad Aziz

Fuad Aziz
INCONTRO ANIMATO CON L’AUTORE/ILLUSTRATORE
L’autore si racconta in maniera animata dando vita ad immagini e illustrazioni durante i racconti dei propri libri
L’incontro è rivolto alle classi terze, quarte e quinte di scuola Primaria (max 4 classi per volta).
Durata: 2 ore ogni turno
_______________________________________________

cappuccetto gialloLara Gobbi e Diego Pasqualin
CAPPUCCETTO GIALLO
Lara Gobbi è bibliotecaria e responsabile del coordinamento Nati Per Leggere Valsesia – Valsessera.
Diego Pasqualin è curatore artistico del progetto Nati Per Leggere | Libri d’artista.
Il laboratorio mette al centro la creatività del bambino, lo avvicina a vivere l’esperienza dell’arte contemporanea e vuole riprendere un importante concetto di Bruno Munari secondo il quale l’unico modo per produrre fantasia, creatività ed invenzione è quello di “creare relazioni” fra ciò che già conosciamo, in quanto non è possibile stabilire relazioni fra ciò che è sconosciuto.
Non a caso prende il nome proprio da uno dei Cappuccetti (Bianco, Verde, Blu e Giallo) di Bruno Munari.
Rivolto ai bambini di terza sezione infanzia e classi prima di scuola primaria.
durata: 1 ora e 30 minuti

_______________________________________________

Fondazione MIC
SABATO SABATICO
Attività grafico-pittorica con Anna Gaeta nelle sale del Museo Internazionale delle Ceramiche.
Per bambini 3-6 anni (scuola dell’Infanzia); è gradita la prenotazione.
Carta e colori per il laboratorio sono a cura del MIC.
Presso le sale espositive del  MIC e il laboratorio didattico “giocare con la ceramica”.
Ingresso dalla biglietteria Museo, viale Baccarini 19.
Orario: dalle 10,30 alle 12
_______________________________________________

fatti-d'arteAssociazione Culturale Fatti d’Arte
LABORATORIO DI GIOCHI ED ESERCIZI TEATRALI

Giochi per muoversi nello spazio scenico, creazione di un personaggio a livello fisico (come si muoverebbe questo personaggio ) e improvvisazione con l’aiuto dei dadi magici ”the storyteller”.
Alunni vestiti comodi, in uno spazio in cui si possa correre e muoversi.
durata: 1 ora e 30 minuti
_______________________________________________

motra-Gutemberg

Mostra guidata
JOHANNES GUTEMBERG, L’INVENTORE DELLA STAMPA A CARATTERI MOBILI

Verrà allestita una tipografia con torchio facsimile dell’originale (4x2mt), quindi sarà offerta ai bambini una spiegazione e una dimostrazione del suo funzionamento, con possibilità di fare prove pratiche di stampa. Saranno fornite informazioni su Gutemberg e su come la sua idea abbia contribuito alla divulgazione della letteratura, anche attraverso alcuni pannelli informativi e alla visione di un breve film documentario.
(orario d’apertura alle visite: 10-13)

_______________________________________________

linda-maggioriLinda Maggiori e Ass. Skaramakai
PIEDIBUS, LABORATORIO SULLA MOBILITA’ SOSTENIBILE
Brainstorming sulle parole “INQUINAMENTO”, “ANDARE A PIEDI o IN BICI” (i ragazzini saranno spinti a riflettere sull’importanza per la natura, per la salute, per l’economia di andare a piedi o in bici, o coi mezzi pubblici, sulle regole da rispettare, sulle emozioni che suscita…) Piccolo questionario e realizzazione di un istogramma per capire quanti bambini/ragazzini vanno in auto/bici/piedi/pulmino. Consegna della tabella per il monitoraggio. Chiusura in cerchio: riflessioni varie. Cosa mi porto a casa? Nel secondo incontro si fa una passeggiata nelle vie cittadine, ripercorrendo il tragitto del piedibus, taccuino alla mano, annotando tutti gli aspetti della natura, dello spazio artificiale, ma anche le le problematiche legate al traffico e all’inquinamento. Le scuole medie potranno condurre un vero e proprio reportage sulla mobilità, e su come favorire la mobilità sostenibile.
_______________________________________________

mostra-einsteinCooperativa sociale Sacra Famiglia e Centro di Solidarietà
MOSTRA GIOCATA: “QUANDO EINSTEIN SCOPRI’ CHE IL SEGRETO E’ NEL CUORE”
Partendo dalla mostra a cura di Maria Serra (ed. Piccola Casa Editrice), un invito per i bambini ed i ragazzi dai 5 ai 14 anni a seguire le orme di quel genio di Einstein nell’avventura della conoscenza.
A 100 (e uno) anni dalla formulazione della teoria della relatività, attraverso parole, immagini e giochi, scopriamo insieme chi era il piccolo Albert.
Entriamo nella sua cameretta dove troveremo le tracce di come si è accesa in lui la passione per tutte le cose.
Sarà una grande esperienza per i più piccoli scienziati di domani.
A condurre i bimbi ed i ragazzi lungo il percorso della mostra saranno i ragazzi dei Doposcuola della Cooperativa e dei Circolini del Centro di Solidarietà.
La mostra è aperta su prenotazione ogni mattina dalle 8.00 alle 13.00 e il pomeriggio (senza prenotazione) dalle 18 alle 20.

_______________________________________________

 

LABORATORI PER LE SCUOLE MEDIE


lunedì 4 aprile

Michele La Paglia

Michele La Paglia
I SUONI IN PIAZZA
Il laboratorio si propone la creazione di uno spettacolo da realizzare in un grande spazio  coinvolgendo più classi o tutto l’Istituto Comprensivo  con l’utilizzo di scatoloni che normalmente si considera senza valore. Durante lo spettacolo ci sarà l’esecuzione  e improvvisazione  di ritmi, azioni sceniche e ogni classe, costruirà il proprio spazio/muro.
durata: 1 ora e 30 minuti
_______________________________________________

fatti-d'arteAssociazione Culturale Fatti d’Arte
LABORATORIO DI GIOCHI ED ESERCIZI TEATRALI

Giochi per muoversi nello spazio scenico, creazione di un personaggio a livello fisico (come si muoverebbe questo personaggio ) e improvvisazione con l’aiuto dei dadi magici ”the storyteller”.
Alunni vestiti comodi, in uno spazio in cui si possa correre e muoversi.
durata: 1 ora e 30 minuti
______________________________________________

mostra-einstein
Cooperativa sociale Sacra Famiglia e Centro di Solidarietà
MOSTRA GIOCATA: “QUANDO EINSTEIN SCOPRI’ CHE IL SEGRETO E’ NEL CUORE”
Partendo dalla mostra a cura di Maria Serra (ed. Piccola Casa Editrice), un invito per i bambini ed i ragazzi dai 5 ai 14 anni a seguire le orme di quel genio di Einstein nell’avventura della conoscenza.
A 100 (e uno) anni dalla formulazione della teoria della relatività, attraverso parole, immagini e giochi, scopriamo insieme chi era il piccolo Albert.
Entriamo nella sua cameretta dove troveremo le tracce di come si è accesa in lui la passione per tutte le cose.
Sarà una grande esperienza per i più piccoli scienziati di domani.
A condurre i bimbi ed i ragazzi lungo il percorso della mostra saranno i ragazzi dei Doposcuola della Cooperativa e dei Circolini del Centro di Solidarietà.
La mostra è aperta su prenotazione ogni mattina dalle 8.00 alle 13.00 e il pomeriggio (senza prenotazione) dalle 18 alle 20.
_______________________________________________

martedì 5 aprile

casa-dei-conigliLa Casa dei Conigli
PICCOLI E CORTI
Alla scoperta del cinema d’animazione
La Casa dei Conigli è specializzata nella realizzazione di corti animati, nonché di vere e proprie serie-tv per bambini, alcune delle quali acquistate da Rai Cinema e andate in onda su Rai Tre e su Rai Yoyo.
In questo incontro gli alunni -e l’insegnante- verranno accompagnati alla scoperta della magia del cinema d’animazione, attraverso la proiezione di alcune produzioni, con illustrazione delle relative tecniche utilizzate e attraverso esempi pratici, collegando anche un piccolo set di ripresa al proiettore in modo che tutti possano assistere in diretta alla nascita di una piccola animazione.
Questo stimola i bambini a cimentarsi nell’animazione di oggetti, nell’invenzione di storie, in breve nell’utilizzo della propria fantasia e manualità.
Saranno mostrati lavori realizzati con tecniche differenti: stop motion, rotoscopia, pixillation, animazione di oggetti, collage animato.
durata: 2 ore
____________________________

SOS-DonnaSOS DONNA
EDUCARE ALLE DIFFERENZE
Il progetto ha lo scopo di aprire una discussione con i bambini sulle differenze culturali di genere tra maschi e femmine, al fine di avviare, attraverso modalità interattive e ludiche, un percorso di riflessione che permetta di integrare in modo consapevole anche queste caratteristiche nella loro crescita.
Rivolto agli alunni delle classi terze medie.
Durata: 2 ore
____________________________

l'age d'orL’Age d’Or
LA VIDEOCOMUNICAZIONE PUBBLICITARIA
A cosa serve la pubblicità? Perché funziona e come la si valuta?
La grande diffusione dei social network e dei grandi portali di condivisione video come You Tube e Facebook hanno messo in crisi il ruolo predominante della tv tradizionale nel panorama dei media ma certamente non quello della comunicazione pubblicitaria attraverso la forma audiovisiva principe: lo spot, che il web da un lato e la grande facilità di accesso agli strumenti di produzione video dall’altro, permettono di declinare in forme molto più numerose e innovative del passato.
Il laboratorio, tenuto da Stefano Visani, consiste in una lezione-conversazione nel corso della quale verrà fatto ampio uso di supporti audiovisivi.
Max due classi.
Durata: 2 ore
____________________________

fatti-d'arteAssociazione Culturale Fatti d’Arte
LABORATORIO DI GIOCHI ED ESERCIZI TEATRALI

Giochi per muoversi nello spazio scenico, creazione di un personaggio a livello fisico (come si muoverebbe questo personaggio ) e improvvisazione con l’aiuto dei dadi magici ”the storyteller”.
Alunni vestiti comodi, in uno spazio in cui si possa correre e muoversi.
durata: 1 ora e 30 minuti
_______________________________________________

mostra-einsteinCooperativa sociale Sacra Famiglia e Centro di Solidarietà
MOSTRA GIOCATA: “QUANDO EINSTEIN SCOPRI’ CHE IL SEGRETO E’ NEL CUORE”
Partendo dalla mostra a cura di Maria Serra (ed. Piccola Casa Editrice), un invito per i bambini ed i ragazzi dai 5 ai 14 anni a seguire le orme di quel genio di Einstein nell’avventura della conoscenza.
A 100 (e uno) anni dalla formulazione della teoria della relatività, attraverso parole, immagini e giochi, scopriamo insieme chi era il piccolo Albert.
Entriamo nella sua cameretta dove troveremo le tracce di come si è accesa in lui la passione per tutte le cose.
Sarà una grande esperienza per i più piccoli scienziati di domani.
A condurre i bimbi ed i ragazzi lungo il percorso della mostra saranno i ragazzi dei Doposcuola della Cooperativa e dei Circolini del Centro di Solidarietà.
La mostra è aperta su prenotazione ogni mattina dalle 8.00 alle 13.00 e il pomeriggio (senza prenotazione) dalle 18 alle 20.
_______________________________________________

mercoledì 6 aprile

Bobo Maierotti

Bobo Maierotti
ARTEGIOCANDO
Laboratorio libero di giochi educativi nell’utilizzo della creatività
I bambini potranno cimentarsi con una settantina di giochi di ingegno inventati e costruiti dallo stesso Bobo.
Durata: turni di 1 ora, con classi singole, dalle 9 alle 12.
____________________________

casa-dei-conigli
La Casa dei Conigli
PICCOLI E CORTI
Alla scoperta del cinema d’animazione
La Casa dei Conigli è specializzata nella realizzazione di corti animati, nonché di vere e proprie serie-tv per bambini, alcune delle quali acquistate da Rai Cinema e andate in onda su Rai Tre e su Rai Yoyo.
In questo incontro gli alunni -e l’insegnante- verranno accompagnati alla scoperta della magia del cinema d’animazione, attraverso la proiezione di alcune produzioni, con illustrazione delle relative tecniche utilizzate e attraverso esempi pratici, collegando anche un piccolo set di ripresa al proiettore in modo che tutti possano assistere in diretta alla nascita di una piccola animazione.
Questo stimola i bambini a cimentarsi nell’animazione di oggetti, nell’invenzione di storie, in breve nell’utilizzo della propria fantasia e manualità.
Saranno mostrati lavori realizzati con tecniche differenti: stop motion, rotoscopia, pixillation, animazione di oggetti, collage animato.
durata: 2 ore
____________________________

Fondazione MIC
VASI SENZA FRONTIERE
Laboratorio sul tema dello stereotipo del vaso; sui concetti di limite e di confine.
Per due scolaresche o gruppi organizzati (su prenotazione).
L’argilla per il laboratorio è a cura del MIC.
Si svolgerà presso l’aula del “laboratorio didattico giocare con la ceramica” della Fondazione MIC, con ingresso direttamente da via Campidori 2.
Orario: due turni, dalle 8,30 alle 10 e dalle 11 alle 12,30
_______________________________________________

linda-maggioriLinda Maggiori e Ass. Skaramakai
DISIMBALLIAMOCI, LABORATORIO SULLA RIDUZIONE DEI RIFIUTI
Primo incontro: i bambini vengono invitati ad osservare tutti i rifiuti che vengono buttati, durante la merenda o a lezione: che materiale? L’imballaggio è necessario? Come si può evitare? Vengono poi divisi per materiale, pesati. Si realizzano 2 cartelloni, uno intitolato “Siamo imballati” e uno dal titolo “Disimballiamoci”. Ogni bambino disegnerà sul primo cartellone il rifiuto prodotto e sul secondo una soluzione per ridurlo. Questo monitoraggio si può continuare a fare per una settimana, 10 giorni… o 1 mese. Nel secondo incontro, si osservano i dati, si realizza un istogramma, e ognuno crea con materiale riciclato un piccolo vademecum da portare a casa, per ridurre i rifiuti.
Si può aggiungere un terzo incontro facoltativo da fare con le famiglie per spiegare le strategie di riduzione dei rifiuti.
durata: due incontri di 1 ora e 30 minuti
_______________________________________________

Fondazione Marri-S.Umiltà
16° CONCORSO CANTO CORALE “CITTA’ DI FAENZA”
Da diversi anni la Fondazione Marri S.Umiltà, attiva nella città di Faenza, offre l’opportunità a cori di diverse scuole e di altre città di confrontarsi in un concorso che si svolge nell’arco di una sola mattinata. Il canto corale nella scuola ha un’altissima valenza formativa: educa all’ascolto reciproco, all’attenzione, al seguire un maestro. La passione per la musica e per il canto possono così essere punto di partenza per formare alla collaborazione, alla condivisione e alla solidarietà tanto che la buona riuscita dell’esecuzione di ognuno è la buona riuscita di tutti.
Aperto a cori delle Scuole Primarie e Secondarie di 1° grado statali e paritarie della Regione Emilia Romagna.  L’adesione al concorso è gratuita.
Per  info (bando, regolamento…): http://www.sumilta.it/IT/News/Canto_corale
Il Concorso si svolgerà presso la Chiesa Beata Vergine del Paradiso.
Orario: 9-13
_______________________________________________

mostra-einstein
Cooperativa sociale Sacra Famiglia e Centro di Solidarietà
MOSTRA GIOCATA: “QUANDO EINSTEIN SCOPRI’ CHE IL SEGRETO E’ NEL CUORE”
Partendo dalla mostra a cura di Maria Serra (ed. Piccola Casa Editrice), un invito per i bambini ed i ragazzi dai 5 ai 14 anni a seguire le orme di quel genio di Einstein nell’avventura della conoscenza.
A 100 (e uno) anni dalla formulazione della teoria della relatività, attraverso parole, immagini e giochi, scopriamo insieme chi era il piccolo Albert.
Entriamo nella sua cameretta dove troveremo le tracce di come si è accesa in lui la passione per tutte le cose.
Sarà una grande esperienza per i più piccoli scienziati di domani.
A condurre i bimbi ed i ragazzi lungo il percorso della mostra saranno i ragazzi dei Doposcuola della Cooperativa e dei Circolini del Centro di Solidarietà.
La mostra è aperta su prenotazione ogni mattina dalle 8.00 alle 13.00 e il pomeriggio (senza prenotazione) dalle 18 alle 20.
_______________________________________________

giovedì 7 aprile

Luca Bassanese

Luca Bassanese
DA “IL PICCOLO PRINCIPE” A “LA PERSONA PIU’ CATTIVA AL MONDO”, incontro artistico-poetico (tra musica e poesia)
Dopo aver recitato alcuni racconti, l’incontro si terrà sviluppando i seguenti argomenti in relazione con gli alunni:
– La poesia è vita, morte, gioia, dolore, passione, amore… noi siamo corpi poetici
– Come destrutturare la realtà tramite la poesia e riconsegnarla sotto forma di racconto, con la poesia possiamo illuminare la realtà
– Una poesia può divenire una canzone?
– Come costruire una canzone… la canzone è come una casa…sta a noi scegliere le dimensioni, il colore, l’arredamento…
– Il contenuto poetico (Cosa voglio dire? Ho qualcosa da dire? Ho qualcosa da raccontare?)
– Scriviamo assieme una canzone partendo da una storia… (Chi ci racconta una storia?)
durata: 2 ore – max 2 classi insieme
_______________________________________________

Giorgia VignolaGiorgia Vignola
RADIOnarra
Il linguaggio della radio come mezzo educativo

Un laboratorio che ha come obiettivo la comprensione e l’uso attivo del linguaggio radiofonico, inteso come elemento di espressione orale, educazione all’ascolto, costruzione di storie, narrazione. (Attività di ascolto, narrazione, decriptagio del linguaggio radiofonico…).
Con la partecipazione di Sara Iannucci, presidente Associazione “Io sono”
durata: 2 ore – max 2 classi insieme
_______________________________________________

Michele La Paglia

Michele La Paglia
I SUONI IN PIAZZA
Il laboratorio si propone la creazione di uno spettacolo da realizzare in un grande spazio  coinvolgendo più classi o tutto l’Istituto Comprensivo  con l’utilizzo di scatoloni che normalmente si considera senza valore. Durante lo spettacolo ci sarà l’esecuzione  e improvvisazione  di ritmi, azioni sceniche e ogni classe, costruirà il proprio spazio/muro.
durata: 1 ora e 30 minuti
_______________________________________________

mostra-einstein
Cooperativa sociale Sacra Famiglia e Centro di Solidarietà
MOSTRA GIOCATA: “QUANDO EINSTEIN SCOPRI’ CHE IL SEGRETO E’ NEL CUORE”
Partendo dalla mostra a cura di Maria Serra (ed. Piccola Casa Editrice), un invito per i bambini ed i ragazzi dai 5 ai 14 anni a seguire le orme di quel genio di Einstein nell’avventura della conoscenza.
A 100 (e uno) anni dalla formulazione della teoria della relatività, attraverso parole, immagini e giochi, scopriamo insieme chi era il piccolo Albert.
Entriamo nella sua cameretta dove troveremo le tracce di come si è accesa in lui la passione per tutte le cose.
Sarà una grande esperienza per i più piccoli scienziati di domani.
A condurre i bimbi ed i ragazzi lungo il percorso della mostra saranno i ragazzi dei Doposcuola della Cooperativa e dei Circolini del Centro di Solidarietà.
La mostra è aperta su prenotazione ogni mattina dalle 8.00 alle 13.00 e il pomeriggio (senza prenotazione) dalle 18 alle 20.
_______________________________________________

venerdì 8 aprile

Imad Zebala

Imad Zebala
ESTASIMUSICANDO, IL POTERE DELLA MUSICA:
suoni e danza dai Sumeri a Mozart
Un viaggio nella storia dell’umanità, in prospettiva interculturale e interreligiosa, attraverso il linguaggio della musica, che si intreccia con le varie filosofie dei popoli, da sempre alla ricerca del benessere quotidiano.
durata: 2 ore – max 3 classi insieme
_______________________________________________

Andrea CiantarAndrea Ciantar
IO SONO, TU SEI, NOI SIAMO…
Laboratorio di narrazione autobiografica e cooperativa
In questo laboratorio sperimenteremo semplici esercizi di narrazione autobiografica “carta e penna”. Dalla narrazone individuale (io sono), all’ascolto del’altro (tu sei), alla creazione di una narrazione collettiva (noi siamo).
durata: 2 ore
_______________________________________________

 Maria De BiaseMaria De Biase
ORTO-COMPOSTO
Laboratorio pratico per la realizzazione di un orto sinergico in terra piena o in cassone. Costruzione di una compostiera domestica fai da te.

Il Laboratorio si svolge all’esterno, occorre 1 aiuola arata dai 4 ai 6 Mq,  in alternativa un cassone colmo di buona terra e un piccolo spazio adiacente per la compostiera.
Semplici attrezzi per giardinaggio (forca, zappa, rastrello, pala, guanti, piantine di ortaggi e semi, innaffiatorio, paglia) – Per la compostiera: 4 pallet, fil di ferro, tenaglia, pinza, paglia.
durata: 3 ore
_______________________________________________

Adama-ZoungranàAdama Zoungrana Caiolo
INCONTRO CON L’AUTORE
Se entri nel cerchio sei libero:
vera storia di una storia vera

Adama Zoungrana, co-autore del romanzo “Se entri nel cerchio sei libero – un’infanzia in Burkina Faso” (Rizzoli) parla con i ragazzi della genesi e della costruzione del libro: dalle motivazioni che lo hanno spinto a scriverlo alle varie fasi della sua realizzazione, fino alla sua pubblicazione. Dalla ricerca della “voce giusta”, quella più adatta a raccontare una storia vera, così intensa e ricca di significati, fino al prodotto letterario.
Durante l’incontro si entra nella sua storia, per comprenderne appieno il senso, attraverso la sua voce di narratore, di griot.
Una storia che è molto di più dell’esperienza in miniera, più delle botte subite, più della volontà di riscatto attraverso lo studio. Una storia che è quella di un ragazzo, ma anche di un continente -l’Africa- che ha molti bisogni noti a tutti ed uno che spesso ci sfugge: il diritto di essere “raccontato” mettendo da parte i luoghi comuni.
durata: 1 ora e 30 minuti.
_______________________________________________

RA-FGD

RicercAzione e Fondazione Dalle Fabbriche
SPERIMENTAZIONE DI GIOCHI DIDATTICI SULLA COOPERAZIONE:  WECOOP  E  COOPERGAME

Strumenti didattici per gli insegnanti delle scuole elementari, delle scuole medie inferiori e superiori.
Sarà presente un progettista di giochi didattici.
Rivolto ali studenti delle scuole medie.
(L’incontro si inserisce nell’ambito della proposta “Comunità Educante alla Mutualità e alla Cooperazione”.)
orario: 9-12
_______________________________________________

Fondazione MIC
MIOTUOSUONOSTROVOSTROLORO
Laboratorio e passeggiata al Museo Internazionale delle Ceramiche sul tema del “bene culturale”.
Per una scolaresca o un gruppo organizzato (su prenotazione).
L’argilla per il laboratorio è a cura del MIC.
Si svolgerà presso l’aula del “laboratorio didattico giocare con la ceramica” della Fondazione MIC, con ingresso direttamente da via Campidori 2.
Orario: dalle 9 alle 12 ( laboratorio dalle 9,00 alle 10,30 e visita guidata animata dalle 10,30 alle 12,00)
_______________________________________________

mostra-einstein
Cooperativa sociale Sacra Famiglia e Centro di Solidarietà
MOSTRA GIOCATA: “QUANDO EINSTEIN SCOPRI’ CHE IL SEGRETO E’ NEL CUORE”
Partendo dalla mostra a cura di Maria Serra (ed. Piccola Casa Editrice), un invito per i bambini ed i ragazzi dai 5 ai 14 anni a seguire le orme di quel genio di Einstein nell’avventura della conoscenza.
A 100 (e uno) anni dalla formulazione della teoria della relatività, attraverso parole, immagini e giochi, scopriamo insieme chi era il piccolo Albert.
Entriamo nella sua cameretta dove troveremo le tracce di come si è accesa in lui la passione per tutte le cose.
Sarà una grande esperienza per i più piccoli scienziati di domani.
A condurre i bimbi ed i ragazzi lungo il percorso della mostra saranno i ragazzi dei Doposcuola della Cooperativa e dei Circolini del Centro di Solidarietà.
La mostra è aperta su prenotazione ogni mattina dalle 8.00 alle 13.00 e il pomeriggio (senza prenotazione) dalle 18 alle 20.

_______________________________________________

sabato 9 aprile

Andrea Bouchard

Andrea Bouchard
PRESENTAZIONE ANIMATA DEL LIBRO DI NARRATIVA
PER RAGAZZI 
“FUOCHI D’ARTIFICIO”
Si tratta di un romanzo ambientato nella Resistenza, che sarà accompagnato da canzoni alla chitarra, partigiane e dell’autore.
Durata: 1 ora e 30 minuti.
_______________________________________________

Cristina Bellemo

Cristina Bellemo
INCONTRO CON L’AUTRICE
Uno spazio per raccontare la mia esperienza con la scrittura: come ho cominciato, i premi letterari ottenuti, come nascono le mie storie, come diventano libri (i progetti, gli editori, gli illustratori, la stampa), cosa succede quando racconto le mie storie ai bambini (e ai grandi…) che incontro. Tanti divertenti aneddoti e tante curiosità sul lavoro e, prima ancora, sulla passione di scrivere. Risponderò alle vostre domande, raccoglierò come gemme preziose i vostri commenti e le vostre osservazioni e leggeremo insieme qualcuna delle mie storie. Potrà essere anche l’occasione per presentare l’ultimo libro uscito. L’incontro sarà adattato alla fascia d’età coinvolta, alle esigenze dei bambini, dei ragazzi e degli insegnanti e potrà essere progettato insieme nelle sue modalità.
Durata: 2 ore   (Possono partecipare 2/3 classi per volta)
_______________________________________________

Adama-ZoungranàAdama Zoungrana Caiolo
LA VITA IN UN FILM:
“LE DUE STORIE DI ADAMÀ’”

Incontro con il protagonista
Dalle dolorose miniere d’oro dell’Africa agli ulivi dell’Alto Salento, un viaggio complesso da ripercorrere insieme al protagonista del film.
Adama è da 9 anni in Italia, nel Salento, a San Vito dei Normanni. Sugli schermi un viaggio lungo 11 anni: dalle miniere alle scuole d’Italia, dal Burkina Faso alle piazze e ai luoghi e tra le genti del Salento. Gli amici, le nonne, i bambini, il progetto del Centro… Un puzzle cinematografico composto dalla regista Anna Maria Gallone.
durata: 2 ore
_______________________________________________ 

isacproAssociazione ISAC Pro
LA PROSOCIALITÀ COME FACILITATORE E ARMONIZZATORE DELLE RELAZIONI
Il Laboratorio riguarderà Tecniche e Metodiche Prosociali  per la gestione delle relazioni personali e professionali nella comunità scolastica: lab esperienziali centrati sulla sperimentazione di tecniche e modelli di lavoro prosociali per la gestione delle relazioni tra i vari protagonisti della comunità educante.
La prosocialità  è patrimonio dell’umanità, ogni persona, anche la più difficile di questo mondo, possiede comportamenti prosociali (presenti nel patrimonio comportamentale e genetico), l’obiettivo è di trovare modalità e strumenti per aumentare il patrimonio personale per potenziarlo ed estenderlo ad altri e altro.
Durata: 3 ore
_______________________________________________

GEVGuardie Ecologiche Volontarie
IN QUANTO TEMPO Ciò CHE BUTTIAMO SI DISTRUGGE?
Spesso gettando i rifiuti pensiamo di liberarcene. E invece ce li ritroviamo sotto altra forma, nell’aria che respiriamo, nell’acqua che beviamo…
Ciò che riteniamo senza valore potrebbe rivelarsi una preziosa risorsa!
Insieme impariamo le 4 R (ridurre-recuperare-riutilizzare-riciclare) attraverso un’uscita pratica lungo l’argine del fiume Lamone (“l’anello dei 4 ponti”).
Il ritrovo è al Ponte Rosso di Faenza, con guanti e sacchi neri.
Orario: 9-12
_______________________________________________

mostra-einstein
Cooperativa sociale Sacra Famiglia e Centro di Solidarietà
MOSTRA GIOCATA: “QUANDO EINSTEIN SCOPRI’ CHE IL SEGRETO E’ NEL CUORE”
Partendo dalla mostra a cura di Maria Serra (ed. Piccola Casa Editrice), un invito per i bambini ed i ragazzi dai 5 ai 14 anni a seguire le orme di quel genio di Einstein nell’avventura della conoscenza.
A 100 (e uno) anni dalla formulazione della teoria della relatività, attraverso parole, immagini e giochi, scopriamo insieme chi era il piccolo Albert.
Entriamo nella sua cameretta dove troveremo le tracce di come si è accesa in lui la passione per tutte le cose.
Sarà una grande esperienza per i più piccoli scienziati di domani.
A condurre i bimbi ed i ragazzi lungo il percorso della mostra saranno i ragazzi dei Doposcuola della Cooperativa e dei Circolini del Centro di Solidarietà.
La mostra è aperta su prenotazione ogni mattina dalle 8.00 alle 13.00 e il pomeriggio (senza prenotazione) dalle 18 alle 20.
_______________________________________________

 

LABORATORI PER LE SUPERIORI

 

lunedì 4 aprile

Paolo Mai


Paolo Mai
LABORATORIO DI EDUCAZIONE EMOZIONALE
Un laboratorio pensato per i ragazzi delle Scuole Superiori, alla scoperta delle proprie emozioni, con lo scopo di mostrare le potenzialità umane laddove vi è un sano equilibrio emozionale.
“Si può vivere da adulti felicemente senza sapere i logaritmi o senza conoscere la struttura dell’atomo, non si può essere felici senza sapersi relazionare con l’altro e non sapendo amare.”
Durata: 2 ore
_______________________________________________

Marco Dal Corso

Marco Dal Corso
LE RELIGIONI RACCONTATE DAI SIMPSON
Breve percorso sulle religioni a partire dalla visione di alcune puntate de “I Simpson”.
Ad una introduzione iniziale, segue la visione dei filmati e la discussione con gli studenti.
Durata: 2 ore
_______________________________________________

l'age d'orL’Age d’Or
LA PROPAGANDA E IL POTERE DELLA PERSUASIONE
La comunicazione può veramente (dis)orientare l’opinione pubblica?
Sebbene né la parola né l’attività siano state inventate nel Ventesimo secolo, è certamente in esso che la comunicazione politica destinata a grandi masse di persone (altrimenti detta “propaganda” sebbene in italiano tendiamo a dare – forse non a caso- un significato negativo al termine) lascia intuire tutto il suo drammatico potenziale.
Il Novecento ha visto convergere l’invenzione e la diffusione dei mass media con la nascita di un regime politico inedito: il totalitarismo, un regime non pensabile senza l’uso il controllo e la manipolazione sistematica di ogni sorgente di informazioni, di ogni produzione simbolica e culturale della società. L’epoca dei totalitarismi novecenteschi, a parte poche grottesche eccezioni, si è probabilmente conclusa ma rimane cruciale l’interrogazione sul ruolo dei media e in particolare delle immagini nell’influenzare e condizionare la pubblica opinione, soprattutto in una società in cui l’uso che facciamo delle immagini (vuoi in termini di produzione che di fruizione) è esponenzialmente aumentato anche solo rispetto a un decennio fa. Nella lotta sempre aperta per la difesa e la diffusione degli istituti della democrazia e della partecipazione, la riflessione sul potere “politico” delle immagini è sempre di stretta attualità.
Il laboratorio, tenuto da Stefano Visani, consiste in una lezione-conversazione nel corso della quale verrà fatto ampio uso di supporti audiovisivi.
Numero partecipanti: nessuna restrizione.
Durata: 2 ore

_______________________________________________

martedì 5 aprile

Paolo Mai

Paolo Mai
LABORATORIO DI EDUCAZIONE EMOZIONALE
Un laboratorio pensato per i ragazzi delle Scuole Superiori, alla scoperta delle proprie emozioni, con lo scopo di mostrare le potenzialità umane laddove vi è un sano equilibrio emozionale.
“Si può vivere da adulti felicemente senza sapere i logaritmi o senza conoscere la struttura dell’atomo, non si può essere felici senza sapersi relazionare con l’altro e non sapendo amare.”
Durata: 2 ore
_______________________________________________

photoTeatro Due Mondi
SENZA CONFINI edizione scuola
Un micro-laboratorio teatrale parte del progetto BABELE, che il Teatro Due Mondi ha elaborato in partnership con il Comune di Faenza e la coop. RicercAzione nell’ambito del progetto nazionale MigrArti per promuovere il confronto fra le culture.
Nel micro-laboratorio, culture, esperienze vissute, visioni e sogni di vita si confrontano sotto la guida degli attori-formatori del Teatro Due Mondi e anche attraverso l’incontro con alcuni profughi presenti a Faenza.
Si producono storie e contenuti che verranno poi elaborati nelle “azioni teatrali” create dal laboratorio partecipato serale SENZA CONFINI, un corso di teatro partecipato, multiculturale e intergenerazionale, aperto a chiunque voglia conoscere altre persone, comunicare pensieri e idee, e non sentirsi straniero, diverso, inascoltato, chiunque creda possibile abbattere barriere sociali in una forma creativa e collettiva. Uno spazio dove abbattere le differenze linguistiche e culturali è possibile, perché incontrarsi attraverso il corpo, la voce, la musica e il gioco è davvero facile.
Il laboratorio è rivolto alle scuole superiori (max 2 classi contemporaneamente) e può svolgersi nei locali della scuola o presso la Casa del Teatro.
Durata 2 ore.

_______________________________________________

mercoledì 6 aprile

newmanMichael Newman
UN’ALTRA SCUOLA E’ POSSIBILE?
IMMAGINIAMOLA ASSIEME
Incontro con gli studenti degli Istituti psico-pedagogici su tematiche inerenti l’insegnamento attraverso il confronto di quanto è nella scuola che loro conoscono e hanno attraversato nel loro corso di studi, e la vita alla Summerhill School di Leiston.
Il tutto a partire da ciò che appare non possibile, dallo stereotipo e pregiudiziale che confina il soggetto in crescita nella categoria del “minore”, che non permette di vedere il potenziale.
Sullo sfondo la Convenzione dei diritti dei bambini/adolescenti.
Strumenti dell’attività saranno il confronto in plenaria e a piccoli gruppi, la proiezione di immagini.
All’incontro parteciperà anche Isabel, una ex studentessa di Summerhill che ora vive/studia a Roma.
Durata: 1 ora e 30 minuti
_______________________________________________

Luca BassaneseLuca Bassanese
IL MESTIERE DI “CANTARE STORIE DI VITA”
incontro artistico-poetico (tra musica e poesia)
Il mestiere di “cantare storie di vita” (da Violeta Parra, ai canti delle mondine), un discorso sulla canzone d’autore.
Una lettera ai dirigenti scolastici.
Poesie e racconti recitati. La poetica nella politica (i concetti devono assumere un significato che va oltre al significato tecnico per entrare nel vivere comune e divenire coscienza civile, per fare questo c’è bisogno di poetica).
Quindi l’incontro, sempre accompagnato dalla voce e dalla chitarra del cantautore, si apre alle domande dal pubblico.
durata: 2 ore – max 2 classi insieme
_______________________________________________

RA-FGD

RicercAzione e Fondazione Dalle Fabbriche
IMPRENDITIVI A SCUOLA … IMPRENDITORI NEL LAVORO!
                                                                                              Un laboratorio per gli studenti che vogliono trasformare le loro idee in progetti e i loro progetti in impresa, imparando cosa significa partecipare, condividere con gli altri un’idea, coinvolgere a attivare le persone per il raggiungimento di un obiettivo comune.
Rivolto a insegnanti di scuole superiori.
(L’incontro si inserisce nell’ambito della proposta “Comunità Educante alla Mutualità e alla Cooperazione”)
Orario: 9-12
_______________________________________________

photoTeatro Due Mondi
SENZA CONFINI edizione scuola
Un micro-laboratorio teatrale parte del progetto BABELE, che il Teatro Due Mondi ha elaborato in partnership con il Comune di Faenza e la coop. RicercAzione nell’ambito del progetto nazionale MigrArti per promuovere il confronto fra le culture.
Nel micro-laboratorio, culture, esperienze vissute, visioni e sogni di vita si confrontano sotto la guida degli attori-formatori del Teatro Due Mondi e anche attraverso l’incontro con alcuni profughi presenti a Faenza.
Si producono storie e contenuti che verranno poi elaborati nelle “azioni teatrali” create dal laboratorio partecipato serale SENZA CONFINI, un corso di teatro partecipato, multiculturale e intergenerazionale, aperto a chiunque voglia conoscere altre persone, comunicare pensieri e idee, e non sentirsi straniero, diverso, inascoltato, chiunque creda possibile abbattere barriere sociali in una forma creativa e collettiva. Uno spazio dove abbattere le differenze linguistiche e culturali è possibile, perché incontrarsi attraverso il corpo, la voce, la musica e il gioco è davvero facile.
Il laboratorio è rivolto alle scuole superiori (max 2 classi contemporaneamente) e può svolgersi nei locali della scuola o presso la Casa del Teatro.
Durata 2 ore.
_______________________________________________

l'age d'orL’Age d’Or
IMMAGINI DELLA FOLLIA
Un percorso sulle rappresentazioni dell’alterità e del disagio psichico nell’arte e nel cinema
L’amore tra il cinema e la rappresentazione della follia è scoccato quasi subito. Sin dai primordi della storia delle immagini in movimento, alcuni cineasti che avevano intuito più di altri come il cinema sarebbe diventato non solo lo strumento principe di rappresentazione della realtà ma anche una straordinaria macchina visionaria per dare corpo e sostanza all’Immaginario, avevano iniziato a mettere in scena episodi di quelle piccola follia notturna che è il sogno.
Nella storia del cinema le migliaia di opere sull’argomento non hanno tralasciato nessuna delle dimensioni principali del nostro rapporto o “non-rapporto” con il disagio psichico. Dai film in cui il pazzo è visto come un portatore di alterità assoluta, da emarginare se non addirittura da sopprimere, a quelli in cui si mette in evidenza la dimensione collettiva e istituzionale della gestione del disagio da parte di una comunità, a quelli in cui la follia viene vista come una straordinaria opportunità di portare alla luce componenti creative e dimensioni esistenziali della personalità altrimenti inattingibili. La complessa, ambigua messa in scena che gli artisti hanno fatto del mondo dell’Alterità, non riguarda solo il cinema ma anche le arti figurative (popolari o colte che siano) fin dalla più remota antichità. In questo percorso cercheremo di cogliere momenti di dialogo e confronto tra le arti della visione e alcune delle infinite sfaccettature di quello che in tempi ed epoche diverse è stato etichettato come Follia.
Il laboratorio, tenuto da Stefano Visani, consiste in una lezione-conversazione nel corso della quale verrà fatto ampio uso di supporti audiovisivi.
Numero partecipanti: nessuna restrizione.
Durata 2 ore 
_______________________________________________

giovedì 7 aprile

Daniele Tozzi

Daniele Tozzi
WORKSHOP CALLIGRAMMI
Al mattino due ore di spiegazione sulla tecnica dei calligrammi, visione di slide immagini sulla evoluzione di questa tecnica.
Al pomeriggio: tre ore di workshop pratico con massimo 20 persone sullo sviluppo della tecnica. Rivolto in particolare modo a studenti delle scuole superiori / appassionati di grafica e tipografia / grafici degli istituti e professionisti.
_______________________________________________

Bobo Maierotti

Bobo Maierotti
ARTEGIOCANDO
Laboratorio libero di giochi educativi nell’utilizzo della creatività
I bambini potranno cimentarsi con una settantina di giochi di ingegno inventati e costruiti dallo stesso Bobo.
Durata: turni di 1 ora, con classi singole, dalle 9 alle 12.
_______________________________________________

Andrea Ciantar
Andrea Ciantar
IO SONO, TU SEI, NOI SIAMO…
Laboratorio di narrazione autobiografica e cooperativa
In questo laboratorio sperimenteremo semplici esercizi di narrazione autobiografica “carta e penna”. Dalla narrazone individuale (io sono), all’ascolto del’altro (tu sei), alla creazione di una narrazione collettiva (noi siamo).
durata: 2 ore
_______________________________________________

SOS-DonnaSOS DONNA
LIBERA DALLA VIOLENZA
L’oggetto dell’iniziativa consiste nell’informazione sulle caratteristiche del fenomeno della violenza, sui comportamenti aggressivi e sulle molestie sessuali alle donne e sulle eventuali strategie di prevenzione.
Il progetto si svolge in classe e si sviluppa su due livelli:
– con le seconde superiori su differenze di genere e violenza alle donne;
– con le terze superiori su violenza alle donne, stalking e dipendenza affettiva.
Durata: 2 ore
_______________________________________________

venerdì 8 aprile

Andrea Sola

Andrea Sola
Proposta tirocini per futuri insegnanti
incontri rivolta ai giovani che si stanno avviando alle professioni dell’insegnamento e dell’educazione (licei ad indirizzo pedagogico ed altri) per proporre loro di sperimentare direttamente un modo diverso di fare scuola andando a “fare pratica” nei luoghi di eccellenza in cui si sta facendo davvero della “buona scuola”.
Per questo verranno loro suggerite diverse realtà italiane ed estere dove potrebbero essere accolti e vivere una esperienza a diretto contatto con realtà educative sperimentali.
Verrà proiettato un video con una antologia sintetica di buone pratiche educative.
durata: 2 ore
_______________________________________________

Daniele Tozzi

Daniele Tozzi
WORKSHOP CALLIGRAMMI
Al mattino due ore di spiegazione sulla tecnica dei calligrammi, visione di slide immagini sulla evoluzione di questa tecnica.
Al pomeriggio: tre ore di workshop pratico con massimo 20 persone sullo sviluppo della tecnica. Rivolto in particolare modo a studenti delle scuole superiori / appassionati di grafica e tipografia / grafici degli istituti e professionisti.
_______________________________________________

Giorgia VignolaGiorgia Vignola
RADIOnarra
Il linguaggio della radio come mezzo educativo

Un laboratorio che ha come obiettivo la comprensione e l’uso attivo del linguaggio radiofonico, inteso come elemento di espressione orale, educazione all’ascolto, costruzione di storie, narrazione. (Attività di ascolto, narrazione, decriptagio del linguaggio radiofonico…).
Con la partecipazione di Sara Iannucci, presidente Associazione “Io sono”
durata: 2 ore – max 2 classi insieme
_______________________________________________

SOS-DonnaSOS DONNA
LIBERA DALLA VIOLENZA
L’oggetto dell’iniziativa consiste nell’informazione sulle caratteristiche del fenomeno della violenza, sui comportamenti aggressivi e sulle molestie sessuali alle donne e sulle eventuali strategie di prevenzione.
Il progetto si svolge in classe e si sviluppa su due livelli:
– con le seconde superiori su differenze di genere e violenza alle donne;
– con le terze superiori su violenza alle donne, stalking e dipendenza affettiva.
Durata: 2 ore
_______________________________________________

sabato 9  aprile

Imad Zebala

Imad Zebala
ESTASIMUSICANDO, IL POTERE DELLA MUSICA:
suoni e danza dai Sumeri a Mozart
Un viaggio nella storia dell’umanità, in prospettiva interculturale e interreligiosa, attraverso il linguaggio della musica, che si intreccia con le varie filosofie dei popoli, da sempre alla ricerca del benessere quotidiano.
durata: 2 ore – max 3 classi insieme
_______________________________________________

photoTeatro Due Mondi
SENZA CONFINI edizione scuola
Un micro-laboratorio teatrale parte del progetto BABELE, che il Teatro Due Mondi ha elaborato in partnership con il Comune di Faenza e la coop. RicercAzione nell’ambito del progetto nazionale MigrArti per promuovere il confronto fra le culture.
Nel micro-laboratorio, culture, esperienze vissute, visioni e sogni di vita si confrontano sotto la guida degli attori-formatori del Teatro Due Mondi e anche attraverso l’incontro con alcuni profughi presenti a Faenza.
Si producono storie e contenuti che verranno poi elaborati nelle “azioni teatrali” create dal laboratorio partecipato serale SENZA CONFINI, un corso di teatro partecipato, multiculturale e intergenerazionale, aperto a chiunque voglia conoscere altre persone, comunicare pensieri e idee, e non sentirsi straniero, diverso, inascoltato, chiunque creda possibile abbattere barriere sociali in una forma creativa e collettiva. Uno spazio dove abbattere le differenze linguistiche e culturali è possibile, perché incontrarsi attraverso il corpo, la voce, la musica e il gioco è davvero facile.
Il laboratorio è rivolto alle scuole superiori (max 2 classi contemporaneamente) e può svolgersi nei locali della scuola o presso la Casa del Teatro.
Durata 2 ore
_______________________________________________

buon_sensoBuonsenso@Faenza
IL BUONSENSO NELL’INFORMAZIONE: lo strumento giusto, al momento giusto, nella giusta città
Come interpretare una notizia pubblicata su una pagina online? Come commentare e veicolare idee nel rispetto di chi la pensa diversamente? Come fornire strumenti utili ad ogni persona per SCEGLIERE? Crediamo che Il buonsenso, definito come la capacità di un individuo di giudicare rettamente, specialmente in vista di necessità pratiche, sia uno degli strumenti alla base di questi processi.  Lo scopo di questo laboratorio attivo è  fornire un luogo in cui potersi fermare e riflettere su ciò che è successo e che interessa la nostra città, partendo da temi che non possono non destare il nostro interesse, quindi, leggerli nell’ottica del buonsenso.
Rivolto a studenti di quarta e quinta superiore, con classi singole.
Durata 2 ore
_______________________________________________

 .

FORMAZIONE PER INSEGNANTI

 .

lunedì 4 aprile

Marco Dal Corso

Marco Dal Corso
PER UNA PEDAGOGIA INTERRELIGIOSA
A partire dal contesto attuale, si propone una discussione attorno al pluralismo religioso indicando gli atteggiamenti e le caratteristiche del dialogo tra le fedi.
Rivolto a insegnanti ed educatori.
Durata: 2 ore
_______________________________________________

logo_villaggio_globaleVillaggio Globale Ravenna
PROGETTO DEVIAZIONI, ANIMAZIONE DI STRADA
Un incontro in cui  si racconta l’esperienza educativa di strada con adolescenti del Villaggio Globale, che da oltre 10 anni porta avanti questo progetto sul territorio ravennate.
Principi del progetto, buone e cattive prassi!
L’incontro sarà accompagnato da un’esibizione dei Shine Parkour!
Rivolto a cittadinanza, educatori, centri di aggregazione, amministratori politiche giovanili, insegnanti.
durata: 2 ore

_______________________________________________

l-asilo-nel-boscoPaolo Mai
EDUCAZIONE EMOZIONALE E EDUCAZIONE ALL’APERTO
Presentazione del progetto Asilo e Scuola nel bosco di Ostia Antica,  con visione di parte del documentario sull’asilo nel bosco allegato al libro (in uscita a marzo) e riflessione sull’importanza dell’educazione emozionale.

L’incontro è rivolto a  genitori, insegnanti e educatori.
Durata: 2 ore
_______________________________________________

ricercazioneRicercAzione
INSEGNANTI CHE STRESS! UN WORLD CAFE’ …
ovvero quando le conversazioni informali diventano strumenti di lavoro
Classi numerose, disorganizzazione e scarsa disciplina degli studenti, assunzione di molteplici ruoli (mediatore di cultura, valutatore, esperto di programmazione didattica, educatore, “psicologo suo malgrado” o “genitore alternativo, …), ambienti e spazi non sempre adeguati, dotazioni didattiche insufficienti, precariato e emigrazione per incarico, … questi sono solo alcuni dei motivi che rendono la professione dell’insegnante particolarmente sottoposta a situazioni di stress. Che fare? Proponiamo di partire da un WORLD CAFE’ … ovvero quando le conversazioni informali diventano strumenti di lavoro. E’ una proposta rivolta agli insegnanti per intavolare discussioni libere su argomenti di carattere organizzativo con l’obiettivo di cercare proposte, soluzioni, idee innovative a temi critici o cruciali per la vita dell’organizzazione in direzione bottom-up.
Rivolto a insegnanti di scuole medie e superiori.
Durata: 2 ore e 30 minuti
_______________________________________________

martedì 5 aprile

Sigrid LoosSigrid Loos
INSIEME SI PUO’
Il gioco cooperativo come strumento per un apprendimento sociale
Il mondo del gioco è l’ambiente naturale per lo sviluppo personale del bambino e per un apprendimento positivo.
I bambini, in questo regno magico, si sentono dei re: giocano più degli adulti e sono più influenzati dal gioco. Infatti esso rappresenta, per i bambini, da un lato un azione seria, dall’altro puro divertimento. Attraverso il gioco imparano come vivere in futuro nel mondo. Il gioco è un mezzo ideale per l’apprendimento sociale : è positivo perché è attivo, naturale e molto stimolante per la maggior parte dei bambini. Lo sport e il gioco coinvolgono le persone in un processo di azione e reazione nel sentire e nello sperimentare. Perciò può essere un mezzo fantastico per unire le persone. Però la competizione esaltata, l’aggressività fisica verso l’altro, l’imbroglio e la scorrettezza nel giuoco, impediscono uno sviluppo sano dei bambini. Il concetto su cui si basano i giochi cooperativi è molto semplice: le persone giocano insieme e non contro gli altri, giocano per superare una sfida con sé stessi e non per vincere l’altro a tutti i costi. La struttura di questi giuochi permette di sentirsi liberi e di vivere questa esperienza in modo divertente. I giochi sono strutturati in modo che tutti debbano collaborare per raggiungere una meta collettiva.
Nello stesso tempo si impara in modo divertente a rapportarsi con maggior riguardo e ad accettarsi reciprocamente nel proprio modo di vivere.
Rivolto a insegnanti di scuola dell’infanzia e di scuola primaria.
3 pomeriggi da 1,5/2 ore ciascuno, preferibilmente con lo stesso gruppo di insegnanti. In palestra o in una sala medio grande per potersi muovere con agio.

_______________________________________________

associazione-autismoCesare Missiroli
COME USARE LA CAA
(COMUNICAZIONE AUMENTATIVA ALTERNATIVA)
Verrà spiegato cos’è la CAA e come può essere utilizzata con bambini/ragazzi dalla scuola materna fino alle superiori, sia a scuola che a casa.
Verranno forniti esempi e riferimenti bibliografici.
L’incontro è rivolto a insegnanti, educatori e genitori.
Durata: 2 ore
_______________________________________________

RA-FGD

RicercAzione e Fondazione Dalle Fabbriche
EDUCARE AL DONO, ALLA RECIPROCITA’, ALLA MUTUALITA’    VS    EDUCARE ALLO SCAMBIO, ALLA COMPETIZIONE, AL SUCCESSO INDIVIDUALE
Con interventi di esperti di storia, economia e sociologia della cooperazione: Everardo MinardiGabriele Trioschi, e altri…
Rivolto a insegnanti di scuole medie e superiori.
(L’incontro si inserisce nell’ambito della proposta “Comunità Educante alla Mutualità e alla Cooperazione”)
Orario: 15-18
__________________________________________

mercoledì 6 aprile

Bobo Maierotti

Bobo Maierotti
LA CREATIVITÀ’ COS’E’?
Workshop rivolto ad adulti, insegnanti e non solo…
Il laboratorio cercherò di mostrare quanto sia importante l’utilizzo della creatività nei vari ambiti sociali quali: la scuola, il lavoro, la vita.
Durata: 1 ora e 30 minuti – Max: 50 persone
_______________________________________________

Dino Mengucci

Dino Mengucci
SALUTE, AMBIENTE ED EQUILIBRIO INTERIORE
Il nostro contributo vuole stimolare la connessione tra la salute, l’ambiente e la dimensione interiore di ogni individuo. Proponendo questa relazione come paradigma contemporaneo di educazione. Il terzo millenio ci impone di innovare e integrare, tramite la relazione umana, ogni aspetto educativo che preveda la crescita della persona e della sua comunità. Ecco perchè Panta Rei offre un esempio sperimentale di comunità educante che forma, attraverso la Scuola del Fare, i bambini da 0 a 100 anni gli attori futuri e presenti delle nostre comunità.
Partecipano: Maria Luisa PasquarellaDino Mengucci e Bruno di Loreto per il Centro Panta Rei.
Durata: 1 ora e 30 minuti
_______________________________________________

Cecilia-FabbriCecilia Fabbri
SUONI PER COMUNICARE
I bambini hanno occasioni, possibilità di esprimersi? Quali i tempi e i “contesti accoglienti” in cui farlo? Per alcuni di loro, l’ingresso alla scuola primaria, imparare a parlare, leggere e scrivere possono diventare sinonimi di pesantezza e disagio.
Insieme alla scoperta di modalità motivanti nella consapevolezza che “Mettere il bambino sulla bstrada della motivazione significa metterlo in una posizione attiva di ricerca di situazioni che generano piacere.”
Incontro rivolto a educatori, insegnanti e genitori (scuola primaria).
durata: 2 ore
______________________________________________

Nicola Suman
Nicola Suman
ANIMARE LA DIDATTICA
Stimolare e formare il personale docente sui temi della pedagogia del gioco e dell’animazione teatrale con particolare cura all’aspetto delle emozioni.
3 incontri da 2 ore ciascuno, possibilmente con lo stesso gruppo di insegnanti di Scuola Primaria.  (massimo 25 partecipanti)
______________________________________________
Sigrid Loos
Sigrid Loos
INSIEME SI PUO’
Il gioco cooperativo come strumento per un apprendimento sociale
Il mondo del gioco è l’ambiente naturale per lo sviluppo personale del bambino e per un apprendimento positivo.
I bambini, in questo regno magico, si sentono dei re: giocano più degli adulti e sono più influenzati dal gioco. Infatti esso rappresenta, per i bambini, da un lato un azione seria, dall’altro puro divertimento. Attraverso il gioco imparano come vivere in futuro nel mondo. Il gioco è un mezzo ideale per l’apprendimento sociale : è positivo perché è attivo, naturale e molto stimolante per la maggior parte dei bambini. Lo sport e il gioco coinvolgono le persone in un processo di azione e reazione nel sentire e nello sperimentare. Perciò può essere un mezzo fantastico per unire le persone. Però la competizione esaltata, l’aggressività fisica verso l’altro, l’imbroglio e la scorrettezza nel giuoco, impediscono uno sviluppo sano dei bambini. Il concetto su cui si basano i giochi cooperativi è molto semplice: le persone giocano insieme e non contro gli altri, giocano per superare una sfida con sé stessi e non per vincere l’altro a tutti i costi. La struttura di questi giuochi permette di sentirsi liberi e di vivere questa esperienza in modo divertente. I giochi sono strutturati in modo che tutti debbano collaborare per raggiungere una meta collettiva.
Nello stesso tempo si impara in modo divertente a rapportarsi con maggior riguardo e ad accettarsi reciprocamente nel proprio modo di vivere.
Rivolto a insegnanti di scuola dell’infanzia e di scuola primaria.
3 pomeriggi da 1,5/2 ore ciascuno, preferibilmente con lo stesso gruppo di insegnanti. In palestra o in una sala medio grande per potersi muovere con agio.
_______________________________________________

zebra giallaAssociazione Zebra Gialla
OUTDOOR EDUCATION E ZOOANTROPOLOGIA:
l’animale come risorsa per la classe e per i BES
Introduzione teorica e pratica ad esperienze di relazione con l’animale nella scuola. Saranno presenti asini e cani.
Rivolto a insegnanti di ogni ordine e grado, educatori, psicomotricisti.
Max. 30 partecipanti, suddivisi in due gruppi da 15 persone nelle fasce di orario 15-16,30 e 16,30-18. Prenotazione obbligatoria.
_______________________________________________

giovedì 7  aprile

Nicola SumanNicola Suman
ANIMARE LA DIDATTICA
Stimolare e formare il personale docente sui temi della pedagogia del gioco e dell’animazione teatrale con particolare cura all’aspetto delle emozioni.

3 incontri da 2 ore ciascuno, possibilmente con lo stesso gruppo di insegnanti di Scuola Primaria.  (massimo 25 partecipanti)
_______________________________________________

Sigrid LoosSigrid Loos
INSIEME SI PUO’
Il gioco cooperativo come strumento per un apprendimento sociale
Il mondo del gioco è l’ambiente naturale per lo sviluppo personale del bambino e per un apprendimento positivo.
I bambini, in questo regno magico, si sentono dei re: giocano più degli adulti e sono più influenzati dal gioco. Infatti esso rappresenta, per i bambini, da un lato un azione seria, dall’altro puro divertimento. Attraverso il gioco imparano come vivere in futuro nel mondo. Il gioco è un mezzo ideale per l’apprendimento sociale : è positivo perché è attivo, naturale e molto stimolante per la maggior parte dei bambini. Lo sport e il gioco coinvolgono le persone in un processo di azione e reazione nel sentire e nello sperimentare. Perciò può essere un mezzo fantastico per unire le persone. Però la competizione esaltata, l’aggressività fisica verso l’altro, l’imbroglio e la scorrettezza nel giuoco, impediscono uno sviluppo sano dei bambini. Il concetto su cui si basano i giochi cooperativi è molto semplice: le persone giocano insieme e non contro gli altri, giocano per superare una sfida con sé stessi e non per vincere l’altro a tutti i costi. La struttura di questi giuochi permette di sentirsi liberi e di vivere questa esperienza in modo divertente. I giochi sono strutturati in modo che tutti debbano collaborare per raggiungere una meta collettiva.
Nello stesso tempo si impara in modo divertente a rapportarsi con maggior riguardo e ad accettarsi reciprocamente nel proprio modo di vivere.
Rivolto a insegnanti di scuola dell’infanzia e di scuola primaria.
3 pomeriggi da 1,5/2 ore ciascuno, preferibilmente con lo stesso gruppo di insegnanti. In palestra o in una sala medio grande per potersi muovere con agio.
_______________________________________________

Andrea CiantarAndrea Ciantar
IL PENTAGRAMMA EDUCATIVO
metodologie autobiografiche e cooperative
Il workshop ha i seguenti obiettivi:
– far emergere le nostre intenzionalità educative (cosa proponiamo tra le righe del nostro agire come insegnanti ed educatori ai nostri allievi?);
– sperimentare alcune semplici metodologie didattiche (tecniche di meditazione in classe, esercizi autobiografici, metodi cooperativi, metodologie ludiche)
durata: 3 ore
_______________________________________________

libri-d'artistaLara Gobbi e Diego Pasqualin
NATI PER LEGGERE – LIBRI D’ARTISTA

Lara Gobbi (bibliotecaria e responsabile del coordinamento Nati Per Leggere Valsesia – Valsessera) e Diego Pasqualin (curatore artistico del progetto Nati Per Leggere | Libri d’artista), in un incontro condotto da Cecilia Fabbri, ci presentano questo progetto nato con l’obiettivo di diffondere sempre di più il valore della lettura ad alta voce come opportunità di relazione tra bambino e genitori. Con libri d’artista il progetto Nati Per Leggere si arricchisce dell’esperienza dell’arte contemporanea.
Rivolto ad insegnanti di scuole dell’infanzia ed elementare.
durata: 2 ore
_______________________________________________

RA-FGD

RicercAzione e Fondazione Dalle Fabbriche
PRESENTAZIONE DI GIOCHI DIDATTICI SULLA COOPERAZIONE:  WECOOP  E  COOPERGAME

Strumenti didattici per gli insegnanti delle scuole elementari, delle scuole medie inferiori e superiori.
Sarà presente un progettista di giochi didattici.
Rivolto a insegnanti di scuole medie e superiori.
(L’incontro si inserisce nell’ambito della proposta “Comunità Educante alla Mutualità e alla Cooperazione”.)
Orario: 15-18
_______________________________________________

erika-cosottiErika Cosotti
GIOCARE MEDITANDO
Dedicato in questa sede a tutti gli educatori e gli insegnanti che desiderano sperimentare tecniche di consapevolezza per “essere presenti” nelle  esperienze di vita quotidiana, nei rapporti di educazione e gestione dei più piccini (da 2 ai16 anni) .
A partire da noi stessi possiamo come nel gioco degli specchi , riflettere le nostre modalità di gestione dei bambini, osservarle e migliorarle attraverso la consapevolezza corporea, la respirazione e la meditazione.
In questa sede sarà possibile speriementare semplici tecniche da mettere in campo nel successivo immediato.
Rivolto a educatori e insegnanti.
Orario: 16,30-18
__________________________________________

venerdì 8 aprile

Jacopo Fo

Jacopo Fo
CALZINI SUL COMO’, TI AMO MA NON LI TROVO
Incontro formativo per una didattica divertente
Nel percorso formativo degli insegnanti non viene dato il giusto spazio alle tecniche del racconto e all’uso naturale della voce, si tratta di una grossa lacuna. Affronteremo il tema di come condurre una lezione in modo tale da non “sgolarsi” e contemporaneamente utilizzare una serie di semplici accorgimenti che possono affascinare gli allievi rendendo più piacevole e meno faticoso l’insegnamento.
Ci occuperemo quindi di come partire costruendo una lezione da quella che in gergo viene chiamata “àncora” e di come organizzare il racconto che da questa si può dipanare. Tratteremo quindi i temi diella creatività, del comico e delle tecniche che possono favorire l’improvvisazione.
orario: 15-16,30
_______________________________________________

Andrea Sola

Andrea Sola
TUTTA UN’ALTRA SCUOLA! ECCO COM’È…
Una occasione di confronto tra esperienze diverse per discutere assieme sulla nuova educazione.
Partecipano: Claudia Benatti, redattrice di Terra Nuova, Sabino Pavone, vice presidente dell’associazione Scuole Steiner- Waldorf, Andrea Sola redattore del sito www.educareallaliberta.org, Aldo Arbore, Scuola pubblica Montessoriana, Maria De Biase, dirigente scolastica, Valerio Donati, Tutta un’altra scuola, Gianfranco Staccioli, docente Università Firenze, Daniela Ermini, Epale (European Platform for Adult Learning in Europe) e Agenzia Nazionale Erasmus+, INDIRE.
orario: 16,45-19,15
_______________________________________________

Nicola SumanNicola Suman
ANIMARE LA DIDATTICA
Stimolare e formare il personale docente sui temi della pedagogia del gioco e dell’animazione teatrale con particolare cura all’aspetto delle emozioni.
3 incontri da 2 ore ciascuno, possibilmente con lo stesso gruppo di insegnanti di Scuola Primaria.  (massimo 25 partecipanti)
_____________________________________________

Cristina Bellemo

Cristina Bellemo
STORIE DA CUSTODIRE: LA NARRAZIONE COME SPAZIO DEL PRENDERSI CURA E DEL PRENDERSI A CUORE
La narrazione di sé è uno spazio vitale per ogni persona: una storia che non ha la possibilità di essere ascoltata, e accolta, si spegna… e con lei si spegne lo slancio, e il volo della persona che ne è portatrice. Riscopriamo la meraviglia necessaria del narrare: narrare noi stessi, accogliere le narrazioni dell’altro. E scopriamo che il narrare è un modo potente e sorprendente di custodire il dire di ciascuno, il dire bambino, così come il dire di noi adulti. Così faccio ogni giorno attraverso le mie storie e la mia scrittura.
Dunque, un modo della cura, dell’accuratezza, del prendersi cura e del prendersi a cuore che, soli, ci rendono pienamente umani. Lungo il percorso, avremo la possibilità di conoscere meglio il mondo della letteratura per bambini e ragazzi, incontrando tantissimi autori e libri, blog e riviste specializzate. Non mancherà lo spazio per scambiarci consigli per la scelta!
Rivolto a insegnanti, genitori, educatori, professionisti.
Un incontro di 2 ore e 30 minuti, dalle 17 alle 19,30
_____________________________________________


zebra giallaAssociazione Zebra Gialla
L’OUTDOOR EDUCATION E LA ZOOANTROPOLOGIA:
l’animale e la natura come mediatore nella relazione educativa.
I bisogni irrinunciabili dei bambini, l’integrazione, la disabilità, i BES e le difficoltà di apprendimento.
Incontro di approfondimento sulle valenze educative nella relazioni con l’animale e  l’ambiente natura più in generale.
L’incontro si svolgerà presso la sede del Centro Educativo Campo Volo.
Saranno presenti animali e al termine sarà offerto un aperitivo con cibo e bevande da produttori locali biologici.
Rivolto a insegnanti di ogni ordine e grado, educatori, psicomotricisti.
dalle ore 16 alle 19.
_______________________________________________

sabato 9 aprile

Maria De BiaseMaria De Biase
A SCUOLA DI ECONOMIA CIRCOLARE
Testimonianza personale a partire dalla proiezione del video “A scuola di economia circolare.” Narrare e condividere le buone pratiche delle scuole del cilento (Istituto Comprensivo S.Marina – Policastro, Istituto Comprensivo di San Giovanni a Piro): dibattito e riflessioni.
durata: 2 ore e 30 minuti
_______________________________________________

Imad ZebalaImad Zebala
ESTASIMUSICANDO, IL POTERE DELLA MUSICA:
suoni e danza dai Sumeri a Mozart
Un viaggio nella storia dell’umanità, in prospettiva interculturale e interreligiosa, attraverso il linguaggio della musica, che si intreccia con le varie filosofie dei popoli, da sempre alla ricerca del benessere quotidiano.
durata: 2 ore – max 3 classi insieme
_______________________________________________

Renzo Laporta

Renzo Laporta
LA CORPOREITA’ DEI GIOCATTOLI
gioco e giocattoli costruiti nel curricolo di educazione motoria
Un progetto sperimentale volto a coinvolgere alcune classi della scuola primaria  per inventare con loro “un’altra ginnastica”, realizzata attraverso giocattoli costruiti in classe e poi creativamente giocati in palestra, in questo i bambini/e diverranno i/le protagonisti del loro fare ed ideare, arrivando alla possibilità di una graduale forma di “controllo” sulle indicazioni di insegnamento rispetto all’educazione motoria a scuola.
L’esperienza è stata più volte realizzata in classi di scuola primaria di Ravenna, con la collaborazione con Dipartimento Scienza della Qualità della vita di Rimini/Bologna.
La formazione è rivolta ai Docenti di scuola primaria e dell’infanzia.
durata: 2 ore
_______________________________________________

zebra giallaAssociazione Zebra Gialla
NELLA NOSTRA SCUOLA 2+2 = 4 ZAMPE DELL’ASINO!
Un altro modo di fare scuola per bambini dai 3 ai 14 anni.
Presentazione del progetto educativo CampoVolo e settimane estive Volo d’estate. Il progetto, al suo terzo anno di vita, nella campagna faentina, in compagnia del ritmo delle stagioni, degli animali e della natura, offre ai bambini la possibilità di apprendere attraverso l’esperienza, nel rispetto del tempo e del ritmo di ciascuno.
Rivolto a genitori, nonni, educatori e insegnanti.
dalle ore 16 alle 19.
_______________________________________________

SCARICA QUI LA BROCHURE IN PDF CON LE PROPOSTE PER LE SCUOLE (17 MB)

3 pensieri su “Proposte per le scuole

I commenti sono chiusi.