lunedì 3 ottobre

MiC_logo_esteso_ER_RGB_blu_sfondobianco.png

ore 10,00 - 12,00

SORPRESE DI TERRA

Attività esemplificativa della metodologia didattico-educativa “giocare con la ceramica” praticata dal MIC dal 1979 e riferita alle sperimenta-zioni di Bruno Munari.

Destinatari: genitori, ospiti del festival, docenti, adulti interessati.

Luogo: Museo Internazionale della Ceramica – Via Campidori, 2 Faenza.

Numero partecipanti: 16       

Prenotazione obbligatoria:   Tel. 0546697311

ore 17,30 - 19,00

ALLA RICERCA DEL PROPRIO SUONO: LA MUSICA FRA ABILITÀ E DIVERSA ABILITÀ

Scuola di Musica Sarti.png

L’incontro formativo, a cura di Barbara Mazzolani della Scuola Comunale di Musica Giuseppe Sarti di Faenza, mette in evidenza come la musica può favorire l’esperienza GRATIFICANTE di COMUNICARE con i SUONI. Ciò avviene attraverso una ricerca di comunicazione e di espressione di sé, che implica ascolto del proprio suono, dell’ambiente sonoro e del suono degli altri. La musica offre fin da subito la possibilità di utilizzare un linguaggio facilitante, perché non verbale, permettendo poco alla volta di uscire da una condizione di disagio ed isolamento e di crescere così sul piano relazionale, comportamentale e degli apprendimenti.

Destinatari: genitori, ospiti del festival, docenti, adulti interessati.

Luogo: Scuola Comunale G. Sarti - Via S.G. Bosco, 1 Faenza.

Numero partecipanti: 30

Prenotazione obbligatoria:   Cell. 3498696122

Mulino Scodellino.png
Fare Leggere Tutti.png

Destinatari: genitori, ospiti del festival, docenti, adulti interessati.

Luogo: Molino Scodellino - Via Canale, 7 Castel Bolognese.

Numero partecipanti: fino ad esaurimento posti

Prenotazione obbligatoria:   Cell. 3396487370

ore 17,30 - 19,00

DALLA PAROLA AL GESTO

Incontro formativo e informativo per docenti, genitori, operatori sociali sull’importanza dei linguaggi performativi e come questi ultimi siano in grado di trasmettere messaggi ai giovani di facile comprensione e di grande emotività. Il momento formativo terminerà con un aperitivo/buffet per il quale si richiede contributo di 5 euro.

ore 15,30 - 18,00

SHOW, DON'T TELL - SOTTO
LA SUPERFICIE DELLE COSE

Percorso laboratoriale di scrittura tra arte e letteratura.

Daniela Arena: attende che i libri la leggano e scrive per leggere il mondo. Condivide questa passione con gli amici dell’Associazione Culturale Terremoti di Carta della quale è vicepresidente. Ha collaborato con numerosi progetti in ambito educativo e coordinato laboratori di scrittura creativa e lettura consapevole in scuole, biblioteche e librerie. Ama l’arte e pensa che l’Annunciata di Antonello sia il non plus ultra dello Show don’t tell. Dice che diventare mamma le ha cambiato il modo di tenere la penna.

Daniela Arena.jpeg
logo-Terremoti.jpg

Destinatari: genitori, ospiti del festival, docenti, adulti interessati.

Luogo: Sala Zucchini - Via Castellani, 26 Faenza.

Numero partecipanti: 20

Prenotazione obbligatoria:   Cell. 3393945614

Carla Fassari.jpeg
Libro Carla Fassari.jpg

Destinatari: evento pubblico.

Luogo: Sala Zucchini - Via Castellani, 26 Faenza.

Numero partecipanti: accesso libero

Per informazioni:   Cell. 3393945614

ore 18,00 - 19,30

INCONTRO CON L'AUTRICE
CARLA FASSARI

Carla Fassari: nasce a Messina nel 1967. Sin da piccola mostra interesse e curiosità per le storie mitiche della sua Sicilia, per il genere fantastico e i romanzi gotici. Comincia presto a scrivere brevi testi e a comporre le sue canzoni al pianoforte, che suona da autodidatta. Attualmente è maestra di Scuola Primaria alla Don Milani di Faenza. Ha pubblicato con Kalòs Edizioni il suo primo libro “Le avventure di Pupi. La Dama Bianca”. Ora è pronta per presentarlo.

ore 17,00 - 19,00

MARIO LODI MAESTRO LUDICO

Workshop ludico-formativo per farci ricordare Mario Lodi con immensa gratitudine in questi cento anni dalla sua nascita (17 febbraio 1922). Nel momento attuale in cui abbiamo così velocemente imparato a guardare all’altro con sospetto, a vietare e a segregare senza farci troppe domande; anzi, a temere tanto chi varca i confini quanto chi, semplicemente, ci starnutisce accanto. Occorre ridare fiducia, collaborare e mettersi in gioco. Gianfranco Staccioli: presidente del Museo della Scuola, svolge da anni attività di formazione nei CEMEA, nell’Università e in vari Paesi e sempre lo fa con grande spirito ludico e creativo.

Museo della Scuola Firenze.png
Gianfranco-Staccioli-2.jpg

Destinatari: docenti, educatori, animatori e quanti interessati.

Luogo: Auditorium Don Milani - Via Corbari, 92 Faenza.

Numero partecipanti: 40

Prenotazione obbligatoria:   Cell. 3393945614

Stefano Damiani e Paolo Martini.jpg
Zerocento - png.png

Destinatari: famiglie, bambini, nonni e quanti interessati.

Luogo: Area verde del Centro Sociale Borgo - Via Saviotti, 1 Faenza.

Numero partecipanti: evento pubblico, accesso libero.

Per informazioni:   Cell. 3314570049

ore 18,00 - 19,00

MI PASSI IL PANNOLINO?
LETTURA ANIMATA

"Mi passi il pannolino?” è una storia illustrata su un oggetto apparentemente semplice come il pannolino ma che, grazie alla fantasia degli autori Stefano Damiani e Paolo Martini e l’abilità dell’illustratore Roberto Pozzi, diventa un simbolo per raccontare qualcosa di più sul rapporto tra generazioni, dall’infanzia alla senilità. Per raccontare questa storia gli autori metteranno in scena una lettura animata ispirata al teatro kamishibai, teatro tradizionale giapponese, dove le illustrazioni prendono vita e vengono accompagnate dal racconto della storia. E il tutto, a cavallo di una splendida bicicletta! Stefano Damiani e Paolo Martini sono soci della Cooperativa Sociale Zerocento, impegnati per oltre vent'anni in varie tipologie di servizi indirizzati principalmente a bambini/e e ragazzi/e. Nel corso del loro lavoro di educatori, hanno raccolto storie e emozioni che hanno narrato in una serie di libri prodotti da Zerocento, tra cui "Mi passi il pannolino" e "Giallo Smalvito".

ore 17,30 - 20,30

GIOVANI, SU LA TESTA

Storie di chi sta costruendo il proprio futuro e quello della comunità

Il tema di questa edizione del Festival è “Tutti Fuori” proprio perché “il nostro tempo è segnato profondamente da un individualismo esasperato capace di farci porre lo sguardo non più in là del nostro naso”. Ecco quindi che questo evento pensato da giovani per i giovani vuole rappresentare uno stimolo, un confronto, un generatore di idee finalizzato a restituire un po’ di fiducia e di coraggio proprio alle generazioni giovanili che più di altre stanno soffrendo questi tempi. In sintesi l’obiettivo è affermare tutti insieme “Giovani, su la testa!”. L’evento prevede quattro testimonianze di ragazze e ragazzi che hanno realizzato progetti significativi e che quindi possono essere potenzialmente interessanti e generative, alle quali seguirà un dialogo aperto e il più possibile partecipato anche dal pubblico presente.

Ore 19,30 la tavola rotonda continuerà con buffet e musica dal vivo.

giovani soci BCC.jpg
Giovani Imprenditori Confcooperative.png

Destinatari: giovani studenti, in servizio civile, universitari, associazioni giovanili e quanti interessati.

Luogo: Area Bistrot - Complesso Faventia Sales Via S.G. Bosco, 1 Faenza.

Numero partecipanti: evento pubblico, accesso libero.

Prenotazione obbligatoria:   Cell. 3336951228

Logo Kaleidos.jpg
Gilberto Borghi.png

Destinatari: insegnanti, genitori, giovani e adulti interessati.

Luogo: Sala Faventia Sales - Via S.G. Bosco, 1 Faenza.

Numero partecipanti: evento pubblico, accesso libero.

Per informazioni:   Cell. 3393945614

ore 21,00 - 22,30

ADOLESCENTI POST-COVID:
COSA STA SUCCEDENDO?

I dati e le esperienze indicano come negli adolescenti post covid le capacità di fiducia, di collaborazione e la disponibilità a mettersi in gioco siano state profondamente segnate dall’esperienza dei look down. Incontro e dibattito con Gilberto Borghi per riflettere insieme su ciò e trovare le indicazioni educative possibili.

Gilberto Borghi: insegnante, autore, pedagogista clinico e formatore. Si impegna per fare star meglio le persone. Scrive sil Blog “VinoNuovo” ed è autore di diversi libri: per San Paolo, Gli adolescenti mi hanno salvato e Dio che piacere!, per Kaleidos Edizioni, Educare, amare e saltare nelle pozzanghere.